Sei in Archivio

modena

Colpì il rapinatore con una spranga, custode di bowling accusato di omicidio

18 aprile 2018, 13:30

Colpì il rapinatore con una spranga, custode di bowling accusato di omicidio

A processo per omicidio, dopo aver colpito, il 18 novembre 2014, con una sprangata alla testa un ladro 31enne albanese che stava compiendo un furto poi trasformatosi in rapina al bowling di Formigine, in provincia di Modena. L’imputazione a carico di un tunisino di 43 anni, che all’epoca era custode della struttura è cambiata da lesioni gravi a omicidio: nei mesi scorsi, difatti, come riporta la stampa locale, il rapinatore è morto dopo essere stato in coma per oltre due anni.
L’uomo, mentre era di turno al bowling, nel novembre del 2014 trovò una banda di ladri in azione e iniziò una colluttazione culminata con la sprangata in testa al 31enne.
In un primo momento il pubblico ministero modenese Claudia Natalini aveva chiesto il processo a carico del 43enne per lesioni gravissime, ma all’udienza preliminare lo scenario è cambiato, a fronte del decesso: il custode deve ora rispondere di omicidio.
La prossima udienza, per un processo col rito abbreviato, si terrà il 2 ottobre in tribunale a Modena. Determinante sarà una perizia che dovrà stabilire quanto la sprangata abbia influito nella morte e quanto, invece, i soccorsi all’uomo scattati in ritardo, perchè il ladro dopo essere stato colpito si allontanò e venne notato, privo di sensi, da una passante circa 24 ore dopo l’aggressione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA