Sei in Archivio

lutto

Addop a Maria Piovani, la "nonnina" di Marzolara

Vedova di Enrico Alfieri dal 1971, diceva spesso: «Se mi garantissero che quando muoio lo ritrovo di là, non ci penserei due volte»

di Chiara De Carli -

21 aprile 2018, 00:49

Si è spenta a 96 anni Maria Piovani, la «nonnina» di Marzolara. Una vita lunga la sua, che le ha regalato la gioia di tre figli, tre nipoti e ben sei bisnipoti, ma anche il grande dolore della perdita del marito Enrico Alfieri, scomparso nel 1971.

«Se mi garantissero che quando muoio lo ritrovo di là, non ci penserei due volte» diceva spesso Maria, custode di un amore che non si è mai spento. Una speranza che allevia oggi il dolore dei figli Luigi, Mauretta e Giovanni che fino all’ultimo le hanno dimostrato il loro affetto, mentre l’energia e quella voglia di fare che erano il suo tratto distintivo venivano sempre meno. Mamma e nonna attenta, finché le forze glielo hanno consentito si è sempre fatta trovare in prima fila agli eventi che vedevano protagonisti i suoi figli e i nipoti. Una delle ultime uscite, durante la quale è stata festeggiata da tutti, nonostante il tentativo di tenersi fuori dalla scena, è stato in occasione della presentazione del libro, sull’aia al museo Guatelli, del figlio Luigi «Il sole e la neve»: un volume che proprio a lei dedica uno dei racconti più dolci.

«In ottobre maturavano le castagne. Mia madre mi teneva a casa da scuola per un giorno e, insieme, andavano nel bosco di Mortadéla a frugare tra i ricci. Ci alzavamo prima del sole, mia madre mi metteva sulle spalle lo zaino militare del nonno, riempiva la sua sporta di frittata, formaggio, salame e via che ci arrampicavamo sul Monte Rosso. A mezzogiorno mia madre stendeva il panno per terra e ci sedevamo a mangiare. Mi spiegava che anche se un bravo scolaro perde un giorno di lezione non succede niente. E io le spiegavo che aveva perfettamente ragione, e che pure la maestra era d’accordo. E che amavo tanto andare per castagne con lei». Gli amici fin da ieri mattina, quando la notizia ha iniziato a spargersi, hanno stretto la famiglia in un grande e affettuoso abbraccio.