Sei in Archivio

SOS ANIMALI

Salvati dal cassonetto, cinque cuccioli in cerca di casa

Gettati nell'immondizia appena nati e fortunatamente recuperati dai volontari dell'Enpa di Borgotaro sono stati allattati da una segugina ricoverata in canile

di Rose Ricaldi -

23 aprile 2018, 18:28

È un appello accorato quello che ci arriva da Annalisa De Bei, presidente della sezione Enpa di Borgotaro, e che riguarda la storia di 5 cuccioli gettati in un cassonetto e fortunatamente salvati dai volontari dell’associazione. Una storia, quella che pubblichiamo, per la quale si spera possa arrivare il definitivo lieto fine grazie ad un’adozione.
«Borgotaro, fine novembre 2017. Fa freddo, il vento soffia tagliente. Arriva una telefonata in sezione: è anonima, e segnala lamenti provenire da un cassonetto dell’indifferenziata. Indica esattamente il luogo e ci prega di andare subito a vedere. È sera, siamo stanchi dopo una giornata in canile ed il dubbio che possa essere uno scherzo di dubbio gusto è forte, ma andiamo a controllare. Il sacco nero fortunatamente è ancora in superficie: si agita, è animato… Lo apriamo: all’interno, diversi cagnolini che si muovono e guaiscono. Subito li portiamo in macchina, dove il riscaldamento va a più non posso. Sono 5, tutti con mantello nero, alcuni con macchie bianche, altri con focature: avranno circa 15 giorni perché stanno aprendo gli occhi.

Affamati, cercano di succhiare le nostre mani… Istintivamente ce li portiamo al petto: “Coraggio piccolini… - Diciamo -. Portiamoli subito in canile, sotto la lampada all’infrarosso! Sì, ma per alimentarli come facciamo? Devono mangiare anche di notte…”. Poi, l’idea: “Proviamo a vedere se Milly li accetta! I suoi due cuccioli sono nati morti proprio ieri, lei è affranta e dovremmo trattarla per farle andar via il latte, magari funziona...”. E così è: Milly, una segugina ricoverata in canile con una gravidanza a termine, li accoglie e li accudisce con una dedizione totale. È talmente protettiva nei loro confronti da renderci persino difficile, nel primo mese, toccarli, poi, lentamente, ci accorda la sua fiducia. I cuccioli sono 2 femmine e 3 maschi, bellissimi: vaccinati, godono di ottima salute. Di dimensioni contenute, diventeranno di taglia media, non tanto in altezza quanto nel peso. Hanno zampette corte, potrebbero essere incroci di Beagle o di Basset Hound. Ora dobbiamo garantire loro un futuro fuori dal canile, la sola realtà che conoscono. Temiamo che l’orrenda esperienza dell’abbandono nel cassonetto sia rimasta nelle loro piccole menti perché sono paurosi quando vengono tolti dai fratelli e dal box».
«Sappiamo però – conclude la De Bei - che possono superare questo timore se adeguatamente accompagnati alla scoperta del mondo: amore, fermezza e pazienza sono i requisiti degli adottanti ideali di questi piccoli innocenti». Per informazioni sui cagnolini in adozione e per andare a conoscerli, tel. 0525/826048.