Sei in Archivio

quotidiano in classe

2ª C Toscanini: intervista a Luciano Campanini

25 aprile 2018, 17:56

Luciano Campanini è stato intervistato dagli alunni della classe 2ªC dell’istituto comprensivo Arturo Toscanini.
E’ un grande uomo, simpatico e divertente anche per la sua età (86 anni). Un uomo sopravvissuto alla guerra con tanti ricordi e con un’infanzia da conoscere, un uomo con una grande passione per lo sport e per il giornalismo, con una vita senza rimpianti, genovese di città ma parmigiano d’adozione.
Così ci è apparso e ha risposto alle nostre domande.

Qual è stato l’episodio più importante e significativo della sua infanzia?
L’episodio più importante e significativo, si può dire anche molto triste, della mia infanzia è stato vedere mio padre dietro il filo spinato (nei campi di concentramento) e non poter fare nulla per salvarlo.

Da cosa è nata la sua passione per il giornalismo?
La passione per il giornalismo mi è stata tramandata da mio padre.

Che sport praticava quando era giovane?
Io ho praticato atletica leggera per molti anni e sono stato anche campione regionale e finalista a Roma.

Secondo il suo punto di vista il giornale è cambiato?
Secondo me il giornale è cambiato completamente, perché la tecnologia non è quella di una volta.

Simone Migliaccio