Sei in Archivio

SCUOLE

Il quotidiano in classe, 1ªC Noceto: intervista a Luciano Armani

25 aprile 2018, 17:48

L’INCONTRO CON LUCIANO ARMANI

In questi giorni, grazie al progetto “Il Quotidiano in classe”, noi della 1ªC di Noceto, abbiamo conosciuto uno sportivo degli anni sessanta: Luciano Armani.
Subito mi è sembrata una persona cordiale e disponibile, pronta a rispondere alle tante domande di noi studenti. Ci ha spiegato come è nata la sua passione per il ciclismo, com’erano le biciclette di allora rispetto a quelle di oggi, la soddisfazione per le vittorie ottenute come dilettante prima e professionista poi e l’importanza di tutta la squadra per la buona riuscita delle gare. Il suo più forte rivale è stato Eddy Merckx (detto il Cannibale) uno dei più forti, se non il più forte ciclista di tutti i tempi.
La sua vittoria più importante è stata una tappa del Tour de France, quando, in volata, ha battuto proprio Merckx al fotofinish.
I suoi successi Armani li ha sempre dedicati alla sua squadra e alla famiglia.
Ancora oggi si diverte ad andare in bicicletta nel tempo libero grazie al fatto di stare bene di salute; ci ha detto di avere un figlio di 33 anni e che vorrebbe tanto avere dei nipotini; mio nonno ha la stessa età di Armani e mi ha detto che si sono conosciuti.
Prima di lasciare la nostra classe, ci ha regalato delle cartoline con la sua foto al traguardo e ha fatto l’autografo a noi tutti.

Isacco Mercadanti