Sei in Archivio

GIOVEDI' 26 APRILE

Fra M5S e Pd decolla il dialogo. Mattarella aspetta

26 aprile 2018, 21:13

 'C'è dialogo tra Pd e M5s, il mio mandato si chiude con esito positivò, dice Roberto Fico dopo aver riferito al Quirinale sulla sua esplorazione. Mattarella attenderà il 3 maggio la Direzione del Pd per tirare le somme. 'Passi avanti, ma anche differenzè, precisa un dialogante Maurizio Martina, mentre le prime reazioni renziane sono fredde. Di Maio chiede ai Dem 'uno sforzo in piu» e apre un nuovo fronte con Berlusconi: 'Usa le sue tv contro gli avversari politici, basta minacce a Salvini. Bisogna metter mano a questo continuo conflitto di interessè.

 MACRON: TRUMP NON CI RIPENSA, USCIRA' DALL’INTESA CON L’IRAN 
DOMANI A WASHINGTON ANCHE LA MERKEL, PRESSING SUI DAZI

Per Emmanuel Macron il presidente Trump «uscirà dall’accordo" sul nucleare iraniano, «per ragioni di politica interna» e ammette di non essere riuscito a convincere il presidente Usa a restare nell’intesa sottoscritta nel 2015. Trump spiega invece d’essere stato lui a influenzare il collega francese: «Macron, io credo, sta vedendo l’Iran in modo molto diverso da come lo vedeva prima di entrare nello studio Ovale», ha detto alla Fox. La cancelliera Merkel sarà domani in visita negli Usa. Ma Berlino non conta su una proroga dell’esenzione dai dazi su alluminio e acciaio dal prossimo 1 maggio.

DRAGHI OTTIMISTA:  LA CRESCITA UE E’ PIU' MODERATA MA TIENE
VARATO IL DEF, IL PROGRAMMA DI RIFORME AL PROSSIMO GOVERNO

La crescita dell’Eurozona dà segnali di «moderazione» ma rimane coerente con le prospettive di ripresa dell’inflazione. Il presidente della Bce Mario Draghi guarda con ottimismo al futuro anche se ritiene serva ancora il sostegno monetario della Bce. Preoccupazione per un’eventuale escalation di barriere commerciali fra i grandi blocchi. Il Consiglio dei ministri ha approvato 'un Def particolare che non contiene la parte programmatica delle riforme che spettano al prossimo governò. La crescita è confermata 'all’1,5% per il 2018.

STRETTA SULLE FAKE NEWS DALL’UE, AIUTI AI MEDIA DI QUALITA'
BRUXELLES STABILISCE L’OBBLIGO DEI VACCINI ENTRO IL 2020

Sulle fake news arriva la stretta Ue con misure per i social network e aiuti ai media tradizionali per sostenere l'informazione di qualità. Bruxelles lancia anche 'una coalizione per combattere le informazioni false e scambiare buone pratichè sui vaccini. Il commissario Ue alla salute Vytens Andriukaitis chiede di sviluppare e attuare piani nazionali e regionali entro il 2020, con un obiettivo di copertura di almeno il 95% per il morbillo. 

 IL PAPA' DI ALFIE AL PAPA: E' IN OSTAGGIO, VENGA A VEDERE 
I GENITORI NON SI DANNO PER VINTI, GLI BASTA PORTARLO A CASA

«Chiedo al Papa di venire qui per rendersi conto di cosa sta accadendo. Venga a vedere come mio figlio è ostaggio di questo ospedale. E’ ingiusto quello che stiamo subendo. Grazie Italia. Vi amiamo». Lo ha detto il papà di Alfie, Tom Evans che vuole far almeno tornare il bimbo a casa, dopo l’ultimo 'nò ieri della Corte d’Appello di Londra a un trasferimento in Italia.

MIGRANTE DEL GAMBIA FERMATO A NAPOLI, PROGETTAVA UN ATTENTATO
AVREBBE AMMESSO: DOVEVO LANCIARMI CON UN’AUTO SULLA FOLLA

Un migrante del Gambia è stato arrestato a Napoli. Avrebbe ammesso di aver ricevuto la richiesta di lanciarsi con un’auto sulla folla, anche se ha detto che non intendeva dar corso alla richiesta. Alagie Touray, 21 anni, era sbarcato a Messina con altre centinaia di migranti il 22 marzo 2017.

L’UTILE FCA CRESCE DEL 59%, OK AL PIANO PER SCISSIONE MARELLI
SLITTA LA VENDITA ALITALIA. PER LUFTHANSA VA RIDIMENSIONATA

Fca ha chiuso il primo trimestre con un utile netto in crescita del 59% a oltre 1 miliardo di euro. Cala l’indebitamento. Il titolo sbanda in Borsa e poi corre. La cessione di Alitalia slitta a fine ottobre, mentre il prestito al 15 dicembre. Le condizioni in cui si trova Alitalia sono tali per cui «non ci interessa per niente», così Lufthansa chiude all’ipotesi di acquistare la compagnia che, spiega, deve essere ristrutturata sia per quanto riguarda le dimensioni, sia per quanto riguarda i costi. E’ morto oggi l’imprenditore Pietro Marzotto, all’età di 80 anni.