Sei in Archivio

fidenza

In auto con oltre 2 chili di cocaina: dopo la fuga spericolata in pieno centro, le manette

29 aprile 2018, 13:25

Ufficialmente cameriere, l'hanno fermato mentre nel "tempo libero" svolgeva un lavoro extra evidentemente più redditizio: spaccio di sostanze stupefacenti. Ne aveva oltre due chili in auto il 30enne albanese inseguito e poi arrestato dai carabinieri della Compagnia di Salsomaggiore Terme – Aliquota Operativa.

Sono stati loro, durante i servizi quotidiani di perlustrazione del territorio e di prevenzione di furti e rapine, a notare una Passat SW che era stata, già da tempo, segnalata come auto sospetta: si ipotizzava che chi l'avesse in uso si dedicasse ai furti in abitazione e alle truffe agli anziani.

I Carabinieri hanno intercettato l’auto nei pressi di Fidenza e hanno deciso di seguirla. L’uomo a bordo dell’autovettura, riconoscendo le gazzelle e vedendosi seguito, ha cambiato repentinamente direzione di marcia. Ad un certo punto ha finto di fermarsi, ma subito dopo è ripartito improvvisamente. Ne è scaturito un inseguimento in pieno centro urbano e per scongiurare  incidenti, gli uomini della Compagnia di Salsomaggiore, con due auto di servizio, hanno bloccato le vie di fuga. L'uomo a quel punto non ha potuto che fermarsi.

Portato all’interno della caserma di via Salvo D’acquisto, la prima perquisizione personale ha permesso di trovare, nascosta, negli slip, una dose di cocaina. Troppo poco per giustificare il tentativo di fuga del giovane albanese. I militari hanno deciso quindi di approfondire e di estendere la perquisizione all’interno dell’auto, con la convinzione di ritrovare degli arnesi da scasso o il classico kit del topo di appartamento. Aperto il bagagliaio, invece, è spuntata una strana “modifica” dell’interno dell'abitacolo. Con non poca difficoltà e grazie all’ausilio di alcuni strumenti da lavoro si è riusciti a “smontare” letteralmente l’intero bagagliaio e scoprire un’intercapedine ricostruita ad hoc per nascondere droga. In particolare, due grossi involucri con all’interno 2 Kg e 100 grammi di cocaina. L’uomo, residente da anni a Salsomaggiore,  è stato arrestato per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Ora si trova in via Burla in attesa della convalida dell’arresto. La droga, considerata la qualità, il taglio e la quotazione di mercato avrebbe un valore stimato in 200.000 euro circa.