Sei in Archivio

Parma-Ternana

"Il Parma colpisce, poi risparmia energie preziose" La partita in pillole (di Paolo Grossi)

01 maggio 2018, 19:12

D'Aversa aveva dovuto fare a meno all'ultimo momento Gagliolo per un virus intestinale e lo aveva rimpiazzato con Anastasio. In avanti Ciciretti e Ceravolo con Di Gaudio. Scavone è il play e il capitano. De Canio schera una Ternana abbottonatissima: 4-5-1 con il solo Carretta in avanti.In avvio il Parma stenta a farsi largo nella giungla di maglie avversarie, ma al 19' si sblocca la gara quando Barillà calcia dal limite un pallone teso che il portiere Sala respinge malamente sui piedi di Ceravolo, bravo a saettare in porta.  La Ternana non cambia assetto e continua invece il duro trattamento riservato a Di Gaudio su cui si contano 5 falli in venti minuti di cui uno neppure fischiato e gli altri senza mai che all'arbitro venisse voglia di estrarre un cartellino. Lo farà al sesto assalto, ammonendo Signori. Intanto però il gol ha sbloccato il Parma che trova più spazi e affonda meglio nell'area avversaria creando altre occasioni con Ceravolo e Di Gaudio. De Canio allora dopo appena mezz'ora cambia: fuori Statella e dentro lo stagionato bomber Piovaccari, vertice alto di un 4-2-3-1. Non serve a nulla perché Ceravolo dà spettacolo in mezzo al campo: elude Signori e serve in profondità Di Gaudio, che anticipa Vitiello e insacca il 2-0. Serve però subito una gran parata d'istinto di Frattali per difendere il doppio vantaggio da un'incornata di Piovaccari su corner. Si riparte e l'arbitro Saia annulla un gol di testa di Piovaccari che salta più alto di Frattali ma nel farlo gli rifila una gomitata in faccia. Al 16' Barillà manca la porta su cross di Gazzola dopo che il portiere ha sbagliato l'uscita. Per il resto il Parma gestisce senza rischiare più nulla Via subentrano Calaiò, Insigne e Sierralta. Meglio insomma conservare energie per le ultime tre gare.