Sei in Archivio

serie b

D'Aversa: "Ora pensiamo solo a noi stessi, con serenità e determinazione" Video

02 maggio 2018, 11:13

Al termine del match vinto 2-0 dal Parma contro la Ternana, mister Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Tardini.

“Inutile guardarsi indietro, finalmente hanno recuperato sia Ceravolo che Ciciretti, credo anche che chi ha giocato finora, penso a Siligardi, oltre che Calaiò e Insigne oggi, ci ha permesso di lottare per qualcosa di importante. Ceravolo si è fatto male? No, alla fine ha avuto i crampi. Scavone? Avevo dei dubbi su chi far partire perché alcuni non erano in condizione ottimale, come Scavone, Di Cesare e Scozzarella. Questi ragazzi stanno dimostrando un attaccamento fuori dal normale: spesso invece si giudicano i ragazzi come superficiali. Il dubbio era se fare partire Manuel dall’inizio o meno, lui mi ha dato la sua disponibilità e mi serviva un giocatore più tattico andando a lavorare contro uno come Tremolada. Noi dobbiamo pensare al nostro percorso, sono rimaste tre gare e non dobbiamo sprecare energie a pensare ad altro: sono talmente tante le squadre che possono raggiungere quell’obiettivo che l’unica cosa che possiamo fare è pensare a noi stessi“.


“La nostra una rosa fornita? Non credo che le altre squadre con delle defezioni abbiano giocato in otto o in nove: ci sono rose composte da giocatori che ti permettono di affrontare un campionato molto lungo, con 5 turni infrasettimanali. Il rinvio della gara con il Palermo a livello di lavoro settimanale qualche problemino ce l’ha creato, quasi mai siamo riusciti a lavorare con continuità per fare la settimana tipo, ma ho una rosa di qualità, se avessimo avuto più fortuna nella questione infortunati credo che avremmo fatto un percorso diverso. Sento squadre lamentarsi per l’assenza di uno o due giocatori, a noi non piace crearci alibi, ma lavorare per cercare di raggiungere il nostro obiettivo sapendo quel che ci è successo“.

“Dobbiamo pensare al singolo obiettivo, qualsiasi altro discorso ti porta a sprecare energie. Noi dobbiamo affrontare ogni gara con la massima serenità, determinati nel portare a casa il risultato, ma con serenità se no può succedere che si possono sbagliare dei gol perché avverti pressione nel dover segnare“.