Sei in Archivio

CIBUS

Federalimentare: "Buon momento ma va scongiurato l'aumento dell'Iva"

Per Scordamaglia va resa strutturale la promozione dell'industria 4.0

07 maggio 2018, 13:00

Giornata inaugurale di Cibus: l'industria alimentare "si riunisce a Parma per celebrare i buoni risultati raggiunti nel 2017 e ridefinire i prossimi obiettivi", ha detto il presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia. I numeri della 19esima edizione del Salone Internazionale dell’Alimentazione, organizzata da Federalimentare e Fiere di Parma, con 3100 espositori "stanno dimostrando - ha detto Scordamaglia - il momento magico del sistema made in Italy. Un andamento positivo che non è spot "una tantum" ma che non deve farci crogiolare sugli allori. Di fronte a una domanda crescente nel mondo di cibi italiani, la nostra capacità produttiva mostra limiti. E questo rischia di far esplodere il già pesante italian sounding e la commercializzazione di alimenti evocativi del made in Italy ma non autentici. Il sistema produttivo perciò deve crescere per avere dimensioni competitive su scala mondiale. Chiediamo al governo - ha concluso - un sostegno per rendere strutturale lo strumento di promozione dell’industria 4.0. Senza trascurare il problema del rilancio dei consumi interni, che con un -0,4% a valore e un -0,2% a volume, evidenziano una stagnazione che potrebbe aggravarsi se qualche sconsiderato prendesse la decisione dell’aumento dell’Iva".