Sei in Archivio

POLEMICA

Milano Food City durante Cibus, Farinetti critica Sala. La replica del sindaco: "Facciamo ciò che riteniamo giusto"

11 maggio 2018, 22:28

Milano Food City durante Cibus, Farinetti critica Sala. La replica del sindaco:

Botta e risposta tra Oscar Farinetti e il sindaco di Milano Giuseppe Sala sull'organizzazione della Milano Food City negli stessi giorni di Cibus. Farinetti critica Sala, che risponde sottolineando che Milano fa ciò che ritiene giusto.

FARINETTI: "NON ERA IL CASO DI ORGANIZZARE UN EVENTO SUL FOOD DURANTE CIBUS". «Io adoro la città di Milano è tutto ciò che la fa grande, la moda, il design, l’eleganza, l’ industria e tanto altro ma voglio dire al sindaco Sala e agli organizzatori di Tempo di Libri che il vero Salone del Libro è questo. Che è straordinario e irriproducibile. E che non è il caso di contrastarlo in nessun modo. Ognuno ha le sue specialità». Lo ha detto l’imprenditore Oscar Farinetti, creatore di Eataly, aprendo la presentazione al Salone del Libro dell’ultimo libro di Piergiorgio Odifreddi, "La democrazia non esiste" (edito da Rizzoli).
«Al mio amico e ottimo sindaco Sala - ha aggiunto Farinetti - vorrei anche dire che non era forse il caso di organizzare un evento sul Food (Milano Food City, ndr) mentre a Parma si tiene Cibus. Mi ripeto, forse è bene rispettare la storia e le competenze. C'è spazio per tutti, senza pestarsi i piedi». 

SALA: "FACCIAMO CIO' CHE RITENIAMO GIUSTO". «Rischiamo di essere antipatici? Il rischio ci può essere, ma noi facciamo quello che riteniamo giusto. Quanto a Farinetti, Cibus e la Settimana del Food non c'entrano nulla. Il primo è un evento fieristico, l’altro coinvolge la città». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha replicato al fondatore di Eataly. 
«Secondo me invece è più facile che qualcuno sia venuto a Milano e poi sia andato a Parma o viceversa. Quindi mi pare sbagliato il suo ragionamento - ha concluso -. Per quanto riguarda il libro, Farinetti è un genio ma non so cosa c'entra, non vedo perché debba rispondergli».