Sei in Archivio

MILANO

Schiaffi alla capotreno e lancio di sassi su due convogli Trenord

12 maggio 2018, 21:02

Uno schiaffo a una capotreno e dei sassi lanciati contro un treno: sono i due episodi avvenuti questa mattina sui treni di Trenord. L’aggressione alla capotreno da parte di un viaggiatore cui aveva chiesto il biglietto - spiegano da Trenord - è avvenuta a bordo del treno 25024 partito da Milano Porta Garibaldi alle 7.30 e diretto a Como San Giovanni. Il treno non è arrivato a destinazione perché ha interrotto la sua corsa a Carimate alle 8.20, dopo che la capotreno è stata aggredita.



E’ stato soppresso, invece, il treno 10901 che sarebbe dovuto partire da Milano Greco Pirelli alle 5.52 per Brescia e che è stato oggetto di lanci di sassi dalla massicciata (accaduti già in altre occasioni fra Greco e Sesto San Giovanni), mentre il personale stava facendo le prove propedeutiche alla partenza. Non è la prima volta che in quella zona i treni vengono bersagliati da sassi.
«AAA cercasi l’assessore ai Trasporti, Claudia Terzi - ha commentato il segretario metropolitano del Pd Pietro Bussolati -. Gravissimo il silenzio di fronte all’ennesima aggressione su un convoglio di Trenord avvenuta questa mattina».
«Servono interventi chiari per garantire la sicurezza sui treni e nelle stazioni, la demagogia e il populismo delle destre - scrive Bussolati - hanno prodotto il far west. Sono inaccettabili il perdurante silenzio di Regione Lombardia e l'assenza di piani di intervento: è ora che chi governa questa Regione si svegli e dia risposte concrete e tempestive».

© RIPRODUZIONE RISERVATA