Sei in Archivio

neviano

Ettore non si trova: l'appello di «Chi l'ha visto?»

13 maggio 2018, 12:22

E’ ormai trascorsa una settimana dalla mattina del 3 maggio, quando sono iniziate le ricerche di Ettore Tarasconi, il settantanovenne residente a Mozzano di Neviano uscito di casa la sera prima e da allora scomparso.
Una settimana molto intensa, che ha visto mobilitate centinaia di persone in tutto il Nevianese, e non solo, per trovare tracce di Ettore e vagliare le diverse le segnalazioni arrivate, purtroppo finora nessuna ha avuto riscontro. Ettore, che soffre di demenza senile, purtroppo non si trova.
Le operazioni di ricerca sono proseguite senza sosta fino alla serata di domenica, con centinaia di unità operative tra Soccorso alpino, vigili del fuoco, Protezione civile, carabinieri, Croce Rossa e Assistenza Pubblica. I dintorni di Mozzano, dove Ettore vive e dove è stato visto l’ultima volta mercoledì sera intorno alle 23, sono stati scandagliati palmo a palmo, ed anche il resto del territorio nevianese, a partire dai luoghi dove poteva essere più plausibile un passaggio dell’anziano, è stato passato al setaccio con unità cinofile e con elicotteri dei vigili del fuoco e della polizia di Stato.
Domenica sera s'è deciso di sospendere le operazioni di ricerca «ufficiali», in attesa di nuove segnalazioni. Ma sono in molti a non volersi arrendere: decine di nevianesi delle diverse frazioni si sono resi disponibili per cercar tracce o indizi del passaggio di Tarasconi lungo sentieri e le strade che circondano i paesi.
La famiglia di Ettore ha realizzato un manifesto che nel giro di poche ore ha fatto il giro del web. Diverse le segnalazioni che, a partire dal primo giorno, si sono susseguite sul territorio e hanno esteso il raggio delle ricerche: Lupazzano, Bazzano, Cedogno i luoghi dove i volontari sono accorsi, gli stessi luoghi da cui erano arrivate segnalazioni di avvistamenti.
Di nuovo a Bazzano nei giorni scorsi era stata fatta una segnalazione: ma poche ore dopo anche questa, purtroppo, si era rivelata una falsa pista. A tenere viva la speranza di poterlo ritrovare sano e salvo è il fatto che Ettore, assicurano tutti quelli che lo conoscono, è sempre stato un uomo forte e di buona gamba, dimostra meno della sua età: potrebbe quindi - ed è ciò che sperano in tanti - avere fatto in tempo ad allontanarsi dal Nevianese prima che si diffondesse la notizia della sua sparizione.
Del caso si è occupata l'altra sera anche la trasmissione di Rai 3 «Chi l'ha visto?».
La sua foto campeggia sul sito del popolare programma, con una breve descrizione in cui si ricorda che Ettore «si è allontanato da casa intorno alle 23 di mercoledì 2 maggio, dopo avere indossato il pigiama per andare a letto. Quella sera fuori pioveva e c’era nebbia. Non ha con sé il telefono, né altri effetti personali».
Come ha detto il figlio Massimo, Ettore potesse avere con sé una giacca scura con il cappuccio, un paio di pantaloni verdi a quadretti e un paio di scarpe tipo Clarks.