Sei in Archivio

ricerca

Cuore, mente e stress: al Cio scienziati in cattedra

Professori universitari ospiti della scuola di osteopatia

14 maggio 2018, 20:07

Scienziati di fama internazionale in cattedra per parlare di sistema nervoso autonomo e stress. Il Cio-Collegio italiano di osteopatia di Parma ha ospitato neurofisiologi, psicologi, medici internisti e osteopati di prestigio per fare il punto sulla ricerca legata a come il nostro corpo reagisce in condizioni di stress, e in particolare a come il sistema nervoso autonomo traduce le informazioni del cervello in comandi che regolano il cuore. E' proprio l'attività del cuore, infatti, ad essere protagonista nelle situazioni stressanti: al contrario di quanto si potrebbe pensare, quanto meno regolare è il battito cardiaco, tanto più il corpo è in salute.

«Se il battito è capace di accelerare e rallentare dinamicamente da un secondo all'altro - spiega Andrea Sgoifo, professore associato di Fisiologia all'Università di Parma e direttore all'interno dello stesso ateneo del Laboratorio di fisiologia dello stress - diminuisce il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, disturbi metabolici, ansia e depressione».

Oltre a Sgoifo, a portare il suo contributo alla giornata è stato anche Julian Thayer, professore emerito dell'Università dell'Ohio, con un intervento sul «Controllo neurale dell'Sna». Fra i relatori anche Nicola Montano, direttore del Dipartimento di Scienze cliniche e di comunità dell'Università di Milano e Cristina Ottaviani, psicologa e psicoterapeuta dell'Università La Sapienza di Roma, che ha focalizzato il suo intervento sulle tecniche che consentono di aumentare la variabilità del battito cardiaco a vantaggio della salute.

Fra tali tecniche rientra certamente anche l'osteopatia, come ha provato uno studio firmato dal presidente del Cio Mauro Fornari e dal professor Sgoifo insieme al neurofisiologo Luca Carnevali e pubblicato su «The Journal of the American Osteopathic Association» che ha dimostrato come il trattamento manipolativo osteopatico sia efficace nel contrastare la risposta fisiologica allo stress. Sulla relazione fra osteopatia e sistema nervoso autonomo nel processo di recupero della salute è intervenuto infine l'osteopata Franco Guolo, direttore didattico del Cio e vicepresidente Aiso (Associazione italiana scuole di osteopatia). r.c.

Professori universitari ospiti della scuola

di osteopatia