Sei in Archivio

CAMERA DI COMMERCIO

Brexit: l'ambasciatore inglese in Italia Jill Morris domani a Parma

16 maggio 2018, 14:15

Domani, alle 11, in Camera di commercio si parlerà di Brexit. A fare il punto della situazione e dei mutevoli scenari che si stanno delineando in Europa sarà l’ambasciatore del Regno Unito, Jill Morris, intervistata da Aldo Tagliaferro, vice capo redattore della Gazzetta di Parma. L’incontro è aperto alle imprese del territorio perché – sottolinea Andrea Zanlari, presidente dell’ente di via Verdi – l'obiettivo è diffondere tra le imprese la massima consapevolezza sullo scenario post Brexit: come verrà garantita la continuità delle relazioni commerciali tra Italia, Europa e Unito e quali sono le opportunità, se opportunità ci saranno, per le imprese italiane una volta completato l’intero processo. Siamo onorati di avere la diretta testimonianza dell’ambasciatore».

Con il termine Brexit si indica l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue, così come sancito dal referendum che si è svolto lo scorso 23 giugno 2016. «La portata dell’evento è vasta – dice Zanlari –, di fatto ha monopolizzato l’agenda del governo britannico e avviato una riflessione tra i Paesi membri sull’indirizzo futuro dell’Ue».

I negoziati per definire un accordo di separazione sono in corso e dovranno portare alla Brexit il 29 marzo 2019. A questa data seguiranno 21 mesi di transizione, fino al 1° gennaio 2021. Ben consolidate le relazioni commerciali di Parma con il Regno Unito. Nel 2017 le esportazioni parmensi hanno infatti registrato un incremento tendenziale del 13,6%, nel quadro di un’Europa che ha assorbito il 67,3% dell’export delle industrie locali. Al di là della Manica esportiamo soprattutto prodotti farmaceutici (37% del totale esportato), prodotti alimentari (22%), macchinari e apparecchiature (15%).

r.eco.