Sei in Archivio

PARMA

Due agenti di polizia penitenziaria aggrediti da un detenuto in via Burla

Intervengono i sindacati Osapp e Sappe

17 maggio 2018, 11:49

Due agenti di polizia penitenziaria aggrediti da un detenuto in via Burla

Un detenuto ha aggredito due agenti di polizia penitenziaria nel carcere di Parma. L'episodio è avvenuto ieri nel Padiglione Media Sicurezza del carcere di via Burla. Un detenuto tunisino è stato sorpreso mentre inalava gas da una bomboletta. Gli agenti sono intervenuti per farlo desistere da comportamenti pericolosi per la sua salute, ma lui ha dato in escandescenza. Il giovane si è scagliato contro gli agenti, che dopo le cure al pronto soccorso sono stati dichiarati guaribili in sette e dieci giorni.  

»Un episodio gravissimo - dice il sindacato autonomo di polizia penitenziaria Osapp - che ripropone le forti preoccupazioni espresse dalla sigla sindacale in materia di gestione di talune tipologie di detenuti e soprattutto nella quotidiana e silenziosa battaglia che gli uomini e le donne della Polizia Penitenziaria sono costretti a svolgere, nella cronica carenza di uomini e mezzi che consentano un corretto e sereno svolgimento dei compiti istituzionali propri di questo Corpo di Polizia».

Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del sindacato Sappe e Errico Maiorisi, vicesegretario regionale, sottolineano che «il regime della sorveglianza dinamica non funziona e crea problemi di gestione. Manca un adeguato regime disciplinare che stimoli il senso di responsabilità tra i detenuti».