Sei in Archivio

primopiano

Austria e Svezia, giudicare governo Italia su fatti non su parole

22 maggio 2018, 15:30

Austria e Svezia, giudicare governo Italia su fatti non su parole
BRUXELLES  - "Dobbiamo giudicare" il nuovo governo governo italiano "sui fatti e non sulle parole, e vedere cosa farà". Così la ministra dell'economia austriaca Margarete Schramboeck al suo arrivo al Consiglio Ue commercio. Per l'Austria "l'Italia è un partner importante, in particolare un partner economico molto importante", ha sottolineato la ministra.   Anche per la ministra svedese a commercio e affari Ue Ann Linde: "È meglio vedere quel che dirà esattamente il piano di governo ufficiale" del nuovo esecutivo italiano, "ma certo l'Italia è stata un'ottima amica del libero scambio e su molti molti altri aspetti, spingendo avanti l'Ue in modo costruttivo, posso solo sperare che continuerà a seguire" questa strada.   Più critico invece il ministro degli Esteri del Lussemburgo : "Spero che il presidente" della Repubblica Sergio Mattarella "non permetta" al nuovo governo italiano "di distruggere tutto il lavoro fatto negli ultimi anni" in Ue "dalla crisi finanziaria a oggi, lo auspico per l'Italia e per noi". Così ha dichiarato Jean Asselborn al suo arrivo al Consiglio Ue commercio, esprimendo il timore che possa "succedere qualcosa che ci farà male". Ma "vediamo cosa succederà, dobbiamo aspettare che sia formato il nuovo governo", ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA