Sei in Archivio

politica

Italia in comune: "Contratto di governo M5S-Lega irrealizzabile"

24 maggio 2018, 18:35

Italia in comune:

«Bene la fine della crisi di governo. L'Italia, anche in vista delle scadenze europee, non poteva permettersi di tergiversare oltre e ottanta giorni di stallo non hanno fatto altro che mostrare in modo plastico tutta la debolezza e la difficoltà dei partiti nel formare un governo». Lo affermano in una nota Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri e coordinatore nazionale di Italia in Comune, e Federico Pizzarotti, sindaco di Parma e presidente di Itc, il partito dei sindaci fondato lo scorso 3 dicembre e che raccoglie oltre 400 tra sindaci e amministratori locali.
«Nonostante la chiusura del cerchio e la novità di Conte il vero problema di questa maggioranza Legastellata resta il contratto di governo: irrealizzabile dal punto di vista economico, sbilanciato fortemente a destra e fatto di promesse elettorali incociliabili tra loro, come la flat tax e il reddito di cittadinanza», proseguono i due esponenti del movimento dei sindaci.
«Italia in Comune continuerà il suo percorso nella costruzione di una alternativa credibile e forte al populismo della Lega e dei 5 Stelle, reagendo a politiche che si spacciano come le uniche votate all’interesse nazionale, ma che mascherano un mix di intolleranza, demagogia ed economia liberista impossibile da tenere insieme. L’Italia questo non può permetterselo», conclude la nota dell’ufficio stampa di Italia in Comune.