Sei in Archivio

Calciomercato

Raiola, ironia sul Milan

"Donnarumma resta a vita, è più facile se ne vadano i cinesi" le parole al veleno dell'agente italo-olandese sul futuro del portiere rossonero.

28 maggio 2018, 22:00

Raiola, ironia sul Milan
Anche Mino Raiola è stato tra i premiati all'annuale manifestazione "Football Leader", svoltasi a Napoli. Il popolare agente italo-olandese non ha potuto sottrarsi alle domande sull'attualità del mercato che sta per aprire, in particolare al futuro di due dei suoi assistiti più famosi, Mario Balotelli e Gianluigi Donnarumma: "Con Balotelli in Nazionale siamo tornati alla normalità, mentre prima eravamo fuori di testa - le parole di Raiola - Io l'ho detto e sono stato criticato, ma per me in Italia una punta più forte di Mario non c'è. E' uno dei più forti al mondo, poi qualcuno ha deciso che si poteva qualificare ai Mondiali senza Mario, è un suo diritto. Dove andrà? Balo in Italia è il più forte quindi chi ha in testa un progetto ambizioso oggi può fare un grande affare. Non vale più la scusa del suo comportamento perché negli ultimi due anni ha dimostrato la sua maturità".

Ancora più delicata la situazione di Donnarumma, che sembra destinato all'addio al Milan, un anno dopo la sofferta trattaativa per il rinnovo. Ma Raiola sembra dedicarsi all'ironia...: "Bisogna rispettare i tifosi, soprattutto i più intelligenti, quindi Gigi resta al Milan a vita - ha detto Raiola sorridendo - Ironia? Non la conosco. E' più facile che se ne vadano i cinesi da Milano che Donnarumma".

Promossa infine la scelta del Napoli di puntare su Ancelotti: "De Laurentiis ha fatto una scelta difficile e coraggiosa, perché Sarri ha dimostrato un calcio moderno e nuovo, apprezzato in tutto il mondo, ma la presenza di Ancelotti è una garanzia anche per i giocatori".

Raiola, ironia sul Milan