Sei in Archivio

emiliaromagna

Tamburrano (M5S), Ue faccia chiarezza su geotermia in Toscana

15 giugno 2018, 12:30

BRUXELLES- Fare chiarezza sull'impatto ambientale e sulla salute dei cittadini che vivono nei pressi delle centrali geotermiche di Bagnore 4 in provincia di Grosseto e di quella di Piancastagnaio 6, di probabile costruzione nel senese: è quanto chiede l'eurodeputato M5S Dario Tamburrano in un'interrogazione alla Commissione europea.   In particolare l'eurodeputato vuole sapere se siano lecite le compensazioni ambientali di carattere finanziario legate alla costruzione delle due centrali, che si trovano in aeree naturali protette 'Natura 2000'. La Regione Toscana ha sottoscritto un protocollo d'intesa secondo cui Enel si impegna a versare ai comuni delle aree geotermiche 650.000 euro per ciascun nuovo megawatt di potenza geotermoelettrica installata.   Tuttavia, sottolinea Tamburrano, le eventuali compensazioni ambientali dovrebbero essere decise all'interno della Valutazione di Impatto Ambientale e della Valutazione di Incidenza per le opere situate in aree della rete 'Natura 2000', o limitrofe, e non definite a priori e con una somma predefinita, attraverso protocolli d'intesa.   "L'esistenza delle compensazioni ambientali agli enti locali- ha dichiarato all'ANSA Tamburrano - equivale al riconoscimento implicito che la geotermia inquina. Il principio europeo 'chi inquina paga' è nato per punire gli inquinatori. Mi domando se in questo caso è stato reinterpretato come 'inquina pure, ma paga'. In ogni caso, i soldi non possono ripulire dall'inquinamento le risorse naturali dalle quali dipendono gli uomini e gli altri esseri viventi".   In questo ambito Tamburrano nel suo blog sottolinea la necessità di una maggiore informazione sull'impatto delle emissioni delle centrali geotermiche sulla salute, citando i primi risultati parziali dell'indagine inVETTA condotta dall'Agenzia regionale di Sanità della Toscana, nell'ambito del progetto 'Geotermia e Salute'.   "Gli esami di laboratorio su un campione della popolazione dell'Amiata - scrive l'eurodeputato M5S - mostrano eccessi generalizzati di metalli analoghi a quelli trovati dall'Università di Siena nei licheni trapiantati vicino alle centrali geotermiche". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA