Sei in Archivio

news

Ue propone aumento budget azione esterna a 123 miliardi

15 giugno 2018, 12:30

BRUXELLES - Bruxelles propone di aumentare le risorse del 30% per il Servizio europeo per l'azione esterna, nel prossimo bilancio Ue (2021-2027), passando da 94,5 miliardi di euro a 123. Lo annuncia l'Alto rappresentante Federica Mogherini, spiegando che si prevede anche l'introduzione di semplificazioni alla struttura del bilancio, per renderlo più flessibile ed efficace. La parte più consistente dei fondi, 89,2 miliardi, si vorrebbe concentrare sullo Strumento di cooperazione internazionale, Sviluppo e Vicinato.   Lo Strumento per la Cooperazione poggerà su tre pilastri: geografico, con attenzione particolare ai Paesi del vicinato e dell'Africa sub-sahariana; tematico, per il sostegno a democrazia, diritti umani, società civile e stabilità; e di risposta rapida, per rispondere alle crisi velocemente e portare avanti attività di prevenzione dei conflitti. Altri 14,5 miliardi si vorrebbero allocare allo Strumento di assistenza alla pre-adesione, per un sostegno rafforzato ai Paesi candidati e a quanti stanno compiendo il percorso per soddisfare i criteri per l'adesione. Si propone inoltre di assegnare 11 miliardi allo Strumento umanitario, e 10,5 al nuovo Fondo per la pace, strumento che dovrebbe contribuire a migliorare la capacità dell'Unione europea per prevenire i conflitti, costruire i processi di pace e garantire la sicurezza internazionale.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA