Sei in Archivio

eventi

“A Scuola di Cotto” quando l'educazione alimentare è un gioco che funziona

(sponsored by Parmacotto)

18 giugno 2018, 19:24

Bilancio positivo per il progetto promosso da Parmacotto, rivolto alle classi III e IV elementari di Parma e provincia nell’anno scolastico in via di conclusione.

E il team educational dell’azienda pensa già alla nuova edizione: nuovi contenuti, nuove attività ed estensione della proposta alle scuole di Reggio Emilia, Modena e Bologna.

Spiegare i corretti principi di educazione alimentare in una chiave ludico-creativa promuovendo i valori di sicurezza alimentare e consapevolezza nelle scelte di consumo: questi gli obiettivi che hanno ispirato il progetto educational “A Scuola di Cotto” realizzato nel corso dell’anno scolastico che volge ormai al termine.

Un progetto interamente ideato, sviluppato e gestito dall’Educational Division di Parmacotto - e patrocinato dalla Provincia di Parma - che ha coinvolto direttamente circa 350 bambini, appartenenti a classi elementari di Parma e Provincia e che ha ottenuto riscontri estremamente positivi.

La chiave? Anzitutto contenuti originali, studiati appositamente per suscitare l’interesse e curiosità dei giovani studenti, favorendone la partecipazione attiva ma soprattutto promuovendo comportamenti alimentari “virtuosi” in ambito domestico.

Il concept di “A Scuola di Cotto” ruota intorno all’esperienza basata su un approccio ludico e di intrattenimento, grazie al quale i bambini, in visita nella sede Parmacotto di Marano per un’intera mat­tina, hanno potuto “imparare giocando” lungo un percorso a tappe, ognuna ca­ratterizzata da un’attività differente ma complementare.

Guidati dalla voce narrante di Betta la Vaschetta - personaggio di fan­tasia ideato come mascotte del pro­getto - che parla in un video animato, le classi intraprendono un “viaggio” attraverso tutte le fasi del processo produttivo del prosciutto cotto, per poi ripercorrere insieme ad un esperto i con­cetti fondamen­tali della corretta alimentazione. Dopo la parte di­dattica, è il mo­mento di vedere di persona come avviene la produ­zione, grazie alla visita guidata dello stabilimen­to in cui assistere all’affettamento e confezionamento del prodotto.

«Abbiamo avuto da parte di tutte le classi che ci hanno fatto visita un riscontro molto positivo - commenta la responsabile marketing di Parmacotto Gaia Gualerzi e responsabile Qualità Doriana Sena - La partecipazione dei bambini è stata sempre attiva ed entusiasta, anche le insegnanti ci hanno confermato l’efficacia del progetto. Questo risultato ci ha spinto a proseguire anche nel prossimo anno scolastico, arricchendo la proposta di contenuti educativi e stimoli nuovi».

La novità principale per il nuovo anno consisterà nell’introduzione dell’analisi sensoriale, disciplina scientifica basata sull’utilizzo dei sensi per valutare le caratteristiche e la qualità dei prodotti alimentari su cui Parmacotto, in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori di Brescia, ha già avviato una formazione interna di giudici sensoriali qualificati.

«Si tratta di un approccio molto importante – spiegano Gualerzi e Sena – per costruire un panel qualificato in grado di valutare in modo scientifico gli aspetti organolettici dei prodotti, ma che può avere anche grande valenza educativa per i ragazzi, insegnando loro a scoprire le proprie capacità sensoriali».

L’attività si strutturerà come un vero e proprio laboratorio sensoriale, con diversi giochi interattivi ideati sempre appositamente per i giovani “esploratori” e mirati a favorire l’uso delle capacità sensoriali in modo più consapevole.

Le novità in arrivo per l’anno scolastico 2018-2019 non finiscono qui: dopo l’esperienza in azienda le classi saranno invitate a proseguire l’esercizio delle buone abitudini alimentari e l’approfondimento anche a scuola, partecipando a un social contest che vedrà al centro Betta La Vaschetta e i suoi amici del banco frigo. Il progetto sarà inoltre esteso oltre il territorio parmense, aprendosi anche agli istituti di Reggio Emilia, Modena e Bologna e relative province, offrendo anche agevolazioni per le trasferte.

Per conoscere i dettagli del progetto è disponibile il sito web educational.parmacotto.com tramite il quale gli insegnanti interessati possono effettuare direttamente l’iscrizione della propria classe. Come per la prima edizione, l’adesione sarà gratuita.

 (sponsored by Parmacotto)