Sei in Archivio

REGIONE

Crisi della Ferrarini: Rainieri e Delmonte (Lega) chiedono l'intervento della Regione per la salvaguardia dei posti di lavoro

28 giugno 2018, 15:55

Crisi della Ferrarini: Rainieri e Delmonte (Lega) chiedono l'intervento della Regione per la salvaguardia dei posti di lavoro

“La Regione intervenga per salvaguardare integrità aziendale e posti di lavoro del Gruppo Ferrarini”. È quanto chiedono con una interrogazione i Consiglieri regionali della Lega, Fabio Rainieri, Vice Presidente dell’Assemblea regionale e Gabriele Delmonte, Vice Capogruppo.
Nell’atto ispettivo i due esponenti leghisti considerano come la trattativa per la cessione della proprietà del Gruppo, dalla famiglia Ferrarini a due fondi di investimento, l’Italimmobiliare e il QuattroR, possa portare al venir meno dell’integrità del gruppo e quindi alla diminuzione consistente dei livelli occupazionali.
“Si parla del rischio di perdere tantissimi posti di lavoro perché sono 1000 i dipendenti diretti e 2500 quelli dell’indotto, in gran parte riferibili ai territori di Reggio e Parma – hanno evidenziato i due consiglieri leghisti – Eppure i presupposti per il rilancio industriale e per la salvaguardia sociale dovrebbero esserci, perché, nonostante l’imponente esposizione debitoria, nel 2017 c’è stato un forte incremento nei ricavi. Il pericolo è che i fondi di investimento subentranti nella proprietà, come spesso capita, non ne tengano conto ma facciano prevalere logiche speculatorie, le stesse che hanno portato ai problemi finanziari anche nei confronti della famigerata Veneto Banca ora in liquidazione. Per questo è importante l’intervento delle istituzioni pubbliche del territorio ed anche della Giunta regionale il cui Presidente, Stefano Bonaccini, ha sempre detto che il lavoro è la sua principale priorità. Speriamo che almeno questa volta una importante amministrazione del PD non assista inerme alla speculazione ma tuteli le vittime della stessa”.