Sei in Archivio

STATI UNITI

Sparatoria nella sede di un giornale del Maryland: 5 morti

La polizia ha arrestato un uomo. La testimonianza di un giornalista che era in redazione

29 giugno 2018, 10:59

Sparatoria nella sede di un giornale del Maryland: 5 morti

Un 38enne ha fatto irruzione nella redazione di un quotidiano che secondo lui lo aveva diffamato e ha ucciso almeno cinque persone. E’ accaduto nella sede del Capital Gazette di Annapolis, nel Maryland. In precedenza l’uomo aveva minacciato il quotidiano attraverso i social network. L'uomo è stato arrestato. Trovato anche un presunto ordigno esplosivo. 

Le vittime sono quattro giornalisti e un dipendente del settore commerciale del quotidiano. Oltre al veterano Rob Hiaasen, editorialista e vicedirettore, figurano Wendi Winters (direttrice delle edizioni speciali), John McNamara (scrittore), Gerald Fischman (direttore delle pagine dei commenti) e Rebecca Smith (assistente vendite).

La cronaca di ieri 
Una sparatoria è stata segnalata dal Baltimore Sun presso la sede del giornale Capital Gazette ad Annapolis, in Maryland. Secondo i media locali ci sarebbero diversi morti tra le persone colpite. Notizia confermata dalla Cbs che parla di 4 morti.

Sono almeno cinque i morti nella sparatoria, e diversi feriti, stando all’ultimo aggiornamento della polizia che ha anche affermato di aver fermato lo sparatore che è stato arrestato e che è sotto interrogatorio.

«Non c'è nulla di più terrificante che sentire più persone venire colpite mentre si è sotto la propria scrivania e poi sentire lo sparatore ricaricare». Così, via Twitter, il giornalista della Capital Gazette Phil Davis racconta dettaglio dopo dettaglio la sparatoria che ha avuto luogo nella sua redazione. 

«Twitterò quello che posso mentre vengo interrogato dalla polizia», ha scritto. Quindi i dettagli: «Un uomo armato ha sparato attraverso la porta a vetri dell’ufficio e ha aperto il fuoco verso diversi dipendenti. Non posso dire molto di più e non voglio dichiarare nessun morto, ma è terribile».