Sei in Archivio

fidenza

I genitori delle "due Gaia": «L'emozione di averle di nuovo con noi»

04 luglio 2018, 07:01

I genitori delle

SILVANA LORENI

Solo un lungo abbraccio, fra le lacrime. E’ stato questo il primo momento vissuto lunedì sera, dai genitori di Gaia Maria e Gaia, quando le ragazze sono arrivate al camping, accompagnate dalla Polizia. E la commozione ha preso il posto di qualsiasi parola, tanta era la felicità di poter stringere fra le braccia, le due ragazze.

Non sono rientrate in città ieri le famiglie di Gaia Maria Perasso e Gaia Fiorentini, ma sono rimaste ancora al camping Mirage a Marina di Altidona. Forse oggi torneranno a Fidenza.

Ma ormai non importa, giorno più giorno meno, perché adesso sono tutti sereni: finalmente le due Gaia sono tornate dalle loro famiglie.

«Siamo felicissimi – ha esclamato Laura, la mamma di Gaia Maria – perché la cosa più bella è poter di nuovo stringere fra le braccia, la nostra bambina. Abbiamo vissuto momenti di disperazione, ma ora per fortuna, l’incubo è finito. Le ragazze sono tranquille e serene e Gaia Maria mi ha raccontato che hanno girovagato, ma non abbiamo avuto tempo di parlare più di tanto. Anche perché erano stanche e avevano bisogno di tranquillità. Questa notte ho dormito finalmente con mia figlia ed è stata un’emozione indescrivibile».

Anche i genitori di Gaia Fiorentini, Paola e Davide sono stremati ma felici.

«Le ragazze stanno bene e per fortuna non sono incappate in brutti incontri. Questo comunque lo hanno capito, anche perché Gaia mi ha confidato che ormai erano stanche di girovagare e che stavano pensando di tornare a casa. Stavano in spiaggia, dormivano lì, mangiavano qualcosa che davano loro le persone. Quando mia figlia mi ha raccontato questi particolari, le ho risposto stupita, che sono state fortunate a trovare chi dava loro da mangiare. Gaia mi si è presentata con i capelli che sembravano una lampadina, gialli, colorati sulla spiaggia, per non essere riconoscibile. Dopo avere spento i cellulari, non sono rimaste più in contatto con nessuno, i giornali non li leggevano e quindi non erano al corrente della mobilitazione che era in atto per cercare di ritrovarle. Gaia, candidamente, mi ha detto: “Ma sai mamma che abbiamo pensato che ci stavate cercando. Ma come mai siete rimasti qui e non siete tornati a Fidenza?”. A questo punto le ho risposto: “Ma secondo te come potevamo pensare di tornare a casa senza di voi”. Incoscienza, leggerezza, voglia di libertà, ma comunque adesso le ragazze sono qui e stanno bene. Sono arrivate stanche e affamate. Ma stanotte ho stretto forte Gaia e ho dormito con lei. Che gioia».

Le due famiglie hanno colto l’occasione per rivolgere un grazie di cuore a tutti coloro che li hanno aiutati a riportare a casa le ragazze.

«Abbiamo riscontrato una vicinanza e un affetto indescrivibili, veramente commoventi, in tempi in cui l’indifferenza regna sovrana. Non è vero: ci sono ancora tante persone sensibili e meravigliose, che hanno vissuto con noi questi drammatici giorni. Grazie a chi ha cercato le ragazze e a chi ci ha dato la forza di continuare a sperare».

E anche all’oratorio della parrocchia di San Michele, dove si sta svolgendo il doposcuola per i ragazzi e dove le due Gaia, dovevano fare volontariato come animatrici, ieri mattina, c’è stata un’esplosione di gioia, quando è stato annunciato che le ragazze erano state ritrovate. Il parroco don Marek, lunedì aveva dedicato loro una messa invitando i fedeli a pregare, mentre all’oratorio anche gli animatori e i ragazzi, avevano pregato tutti insieme per le due Gaia. Adesso tutti le aspettano, perché il doposcuola è appena iniziato e c’è ancora tanto tempo per stare insieme, cantare, pregare, giocare, sognare, sperare.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal