Sei in Archivio

calciomercato

Ronaldo alla Juve? Dalla Spagna: "Cerca villa a Torino (con tre piscine)"

04 luglio 2018, 19:47

Ronaldo alla Juve? Dalla Spagna:

«Cristiano Ronaldo sta già cercando casa a Torino da un paio di settimane": quella che rischia di diventare la telenovela dell’estate o il colpo del mercato passa per la più consueta delle notizie, la ricerca immobiliare. A insistere sulla fattibilità del trasferimento dell’attaccante portoghese alla Juve è lo spagnolo Marca, da ieri convinto che l'affare si farà. A dispetto degli scetticismi emersi ieri dal club torinese, reali o tattici che siano, oggi Marca scrive nella sua edizione on line che il Real «ha preso atto della volontà del giocatore di andare via», e ricostruisce le tappe di un «divorzio annunciato». Le indiscrezioni iberiche sulla presunta ricerca di un'abitazione torinese da parte del Pallone d'Oro fanno seguito a quelle pubblicate ieri dal Corriere della Sera, secondo il quale a Torino si vocifera che "in collina stiano ristrutturando la villa per un grande campione, tre piscine e un tavolo in sala da pranzo da 20.000 euro". A spingere Cristiano Ronaldo a dire basta sarebbe stata l'insistenza nella caccia a Neymar, la scarsa difesa ricevuta in occasione della vicenda fiscale, e sopratutto le promesse di adeguamento di ingaggio non mantenute da Perez. Che è poi la chiave per lasciare aperto lo spiraglio al 'clamorosò ripensamento, con tanto di rinnovo e nuova promessa di fedeltà al Real.  Sarebbe atteso a Torino nei prossimi giorni Jorge Paul Mendes, manager di Joao Cancelo, recente acquisto della Juventus, e di Cristiano Ronaldo. Il procuratore starebbe cercando casa sotto la Mole per l’attaccante portoghese. Un appartamento esclusivo con spazi ampi, anche per gli ospiti in arrivo dall’estero, e con un garage da 20 posti auto per ospitare la sua collezione.
«Torino è una città che si presta a rispondere alle esigenze di questa tipologia di clienti», spiegano da una delle agenzie immobiliari torinesi che segue i calciatori, compresi quelli della Juventus. «Una città elegante e tranquilla - aggiungono - dove vivere lontano dagli occhi indiscreti e dall’assalto dei fan».
Due le location più gettonate: la collina torinese, da sempre buen retiro degli astri del pallone, o La Mandria, noto parco alle porte di Torino. Tra le tante ipotesi della "Ronaldo mania" c'è anche quella che il calciatore scelga la villa della Crocetta, quartiere nobile del centro città, fino ad oggi occupata da Gonzalo Higuain, che sembra destinato al Chelsea proprio per far posto al nuovo acquisto. Sempre secondo il Corriere della Sera, il primo ostacolo (il costo del cartellino per un giocatore che va verso i 33 anni) potrebbe essere superato grazie a una scrittura privata aggiunta a gennaio al contratto con il Real, nella quale il presidente Perez "si impegnerebbe a non ostacolare la cessione di fronte a un'offerta congrua, valutata in 100-120 milioni di euro, a patto che arrivi da una squadra non diretta concorrente del Madrid". Piccolo smacco per la Juve, visto che il riferimento sarebbe solo a Barcellona e Psg, o almeno così giura Mendes. Il rischio è di finire dagli avvocati, ma intanto la trattativa va avanti a patto di trovare qualcosa come 400 milioni di euro, compresi i 30 milioni di euro netti per 4 anni (o 40 per 3). La palla però passerà poi al Real. E la società? il ds bianconero Beppe Marotta a Sky Sport: "I tifosi della Juve possono sognare Cristiano Ronaldo? Non parlo...".