Sei in Archivio

politica

Pizzarotti: "Partito dei sindaci, alle Regionali ci saremo"

10 luglio 2018, 21:35

Nei rapporti tra i sindaci con il nuovo Governo Lega-5 Stelle «non è cambiato niente, perchè non avendo ancora fatto niente, è un pò presto. E questa non è tanto una critica quanto una constatazione». L’ha detto il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, arrivando a un’iniziativa tra sindaci, promossa dal primo cittadino di Bologna, Virginio Merola.
«Nei prossimi mesi vedremo, c'è la manovra finanziaria. L'Anci - ha detto Pizzarotti - è già abbastanza preoccupata per alcune delle cose contenute nel famoso contratto... anzi chiamiamolo accordo, così siamo un pò meno falsi. Ci sono delle cose che vengono tolte ai comuni, penso alla tassa di soggiorno, e poi bisogna anche trovare le coperture rispetto a quello che vogliono fare. Non vorrei che come abitudine degli ultimi governi, anche di centrosinistra, alla fine si vada sempre a tagliare sui comuni».

«La nostra lista alle regionali ci sarà, il nostro obiettivo è assoluto di esserci. Non vedo al momento un elemento ostativo all’esserci, ma lo vogliamo fare parlando di contenuti. Non vogliamo esserci essendo la stampella di nessuno nè nelle regioni dove c'è più dialogo nè dove non c'è. Ogni regione deciderà per sè se andare, non andare o andare con chi». L’ha detto Federico Pizzarotti, parlando a Bologna dei prossimi obiettivi di "Italia in Comune", il partito dei sindaci di cui il primo cittadino di Parma è presidente. «Bonaccini ha detto ci sono, però l’ha detto lui, quantomeno non l’abbiamo detto noi - ha detto Pizzarotti - Noi adesso vogliamo iniziare a ragionare come Italia in Comune, vogliamo cominciare a lavorare sul programma regionale, su proposte e obiettivi concreti». Per il sindaco di Parma «Non c'è una linea nazionale e anche sulla base di questo ragioneremo anche in Emilia-Romagna, l’obiettivo è fare in autunno un’assemblea regionale e lì discutere oltre che di programma anche se ci sono delle sensibilità o orientamenti su con chi andare. Ma il percorso è ancora lungo».