Sei in Archivio

COLORNO

Ponte sul Po, la proposta: «Gratis i treni e i bus per i pendolari»

Lo chiedono i Comitati ambientalisti per il periodo che va dal 1° settembre alla fine dei lavori. «Il costo? Sui 500mila euro: potrebbero pagarli le regioni Lombardia ed Emilia Romagna»

di Cristian Calestani -

16 luglio 2018, 11:45

Ponte sul Po, la proposta: «Gratis i treni e i bus per i pendolari»

COLORNO - «Dal 1° settembre 2018 sino alla riapertura del ponte sul Po tra Colorno e Casalmaggiore si renda gratuito il servizio di trasporto pubblico per i pendolari»: questa la proposta avanzata dai Comitati ambientalisti del Casalasco, Piadanese e Viadanese durante un incontro pubblico tenutosi a Gussola organizzato nell’ambito di Sinistra in festa.

«Chi sale su in treno della linea ferroviaria Parma-Brescia - ha dichiarato Cesare Vacchelli, referente dei Comitati - va incontro ad infiniti disagi. I pendolari hanno davanti a sé un altro anno in queste condizioni. Per questa ragione è opportuno, a nostro avviso, che chi viaggia da Piadena a Parma e viceversa, magari anche con il sistema del car pooling, abbia diritto a dei rimborsi».

Secondo i comitati ambientalisti l’operazione costerebbe circa 500mila euro. «Il finanziamento dovrebbe essere a carico delle due regioni, Lombardia ed Emilia Romagna, mentre alle provincie di Cremona e di Parma potrebbe essere affidato il compito di gestire il bando pubblico di partecipazione. Chiediamo il massimo sostegno a tale proposta in particolare da parte delle forze politiche e delle istituzioni». In merito alla proposta è stato lanciato anche un sondaggio sul sito www.welfarenetwork.it.