Sei in Archivio

choc

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

21 luglio 2018, 17:41

Tweet inopportuni, Disney licenzia il regista dei Guardiani della Galassia

I Walt Disney Studios hanno licenziato il regista James Gunn dopo che sono stati scoperti alcuni suoi vecchi tweet considerati offensivi. Gunn avrebbe dovuto occuparsi della sceneggiatura e della regia del film di supereroi Marvel "Guardiani della Galassia 3", dopo aver scritto e diretto i primi due film della serie nel 2014 e nel 2017. Al centro alcuni vecchi tweet cancellati ma riapparsi dopo dieci anni in rete in cui Gunn fa battute su stupro, pedofilia, olocausto e attentati dell’11 settembre e Aids, quali “Le risate sono la miglior medicina. Ecco perché rido delle persone con Aids”. O ancora: “La cosa migliore dell’essere stuprati è quando hai finito di essere stuprato: è tipo, fiu, ‘quanto è bello non essere stuprato!’”. Immediata è stata la reazione del presidente dei Walt Disney Studios Alan Horn, che ha giudicato i tweet di Gunn “indifendibili e incoerenti con i valori del nostro studio”, ragione per cui “abbiamo reciso la nostra relazione professionale con lui”. James Gunn si è scusato dicendo che “Le mie parole di quasi dieci anni fa erano, al tempo, tentativi fallimentari e sfortunati di essere provocatorio. Me ne sono dispiaciuto per anni da allora: non solo perché erano stupide, per nulla divertenti, selvaggiamente insensibili e certamente non provocatorie come speravo, ma anche perché non riflettono la persona che sono oggi, o che sono stato per un po’ di tempo”.