Sei in Archivio

METEO

Dopo le piogge arriva il caldo africano: attesi anche 35 gradi

Da inizio luglio 60 millimetri di acqua

di Pierluigi Dallapina -

22 luglio 2018, 15:13

Dopo le piogge arriva il caldo africano: attesi anche  35 gradi

Ormai è evidente a tutti: fino ad ora luglio si è dimostrato un mese insolitamente piovoso. La conferma arriva anche dai dati raccolti dagli esperti. «Siamo già a 60 millimetri di pioggia caduti sulla città», spiega Paolo Fantini, tecnico dell'osservatorio meteorologico dell'Università, riferendosi alle misurazioni aggiornate a venerdì.
«Se si esclude il luglio del 2014, quando caddero 104 millimetri di pioggia, questo si conferma come un mese piovoso», prosegue il meteorologo, che ricorda come la media del periodo siano 28 millimetri di pioggia.
Al momento, il giorno del mese che si è rivelato essere il più piovoso è stato lunedì 16. «I temporali che si sono abbattuti sulla città - osserva Fantini - hanno fatto cadere 35,6 millimetri di pioggia».
Ma il caldo, e anche molto intenso, non si farà attendere a lungo, perché a causa dell'anticiclone africano le temperature dovrebbero schizzare abbondantemente oltre i 30 gradi a partire da giovedì. La colonnina di mercurio dovrebbe attestarsi infatti attorno ai 35 gradi.
«Anche nel 2017 - ricorda Fantini - il periodo più caldo dell'estate si verificò durante la prima decade di agosto». Infatti, il 3 agosto in città vennero toccati i 38,9 gradi, mentre il giorno successivo il caldo si fece ancor più rovente, con una massima di 39,7 gradi e una minima altrettanto bollente, pari a 26,7 gradi.
Tornando al presente, le previsioni parlano di un tempo che resta caratterizzato dall'instabilità. Oggi sarà variabile al mattino, mentre nelle ore pomeridiane sono previsti rovesci e temporali sull'Appennino, in estensione verso sera al resto della provincia.

In pianura, le temperature oscilleranno fra i 20 gradi di minima e i 28 di massima.
Per quanto riguarda domani, i residui di maltempo andranno ad attenuarsi, soprattutto a partire dal pomeriggio, quando si assisterà anche ad un rialzo delle temperature, che potrebbero arrivare ad una massima di 31 gradi.
«Da martedì dovrebbe tornare il caldo, mentre a partire da giovedì è atteso l'arrivo dell'anticiclone africano», dice Paolo Fantini, ricordando inoltre che quello africano è differente dall'anticiclone delle Azzorre, dato che il primo è causa di un caldo più afoso e intenso, mentre il secondo consente ad alcune perturbazioni di origine atlantica di arrivare sull'Europa e di rinfrescare le temperature.

Le previsioni per il parmense, comune per comune

© RIPRODUZIONE RISERVATA