Sei in Archivio

MOTORI

Il test Nissan Micra Bose: tutta un'altra musica

Al volante della versione più «giovane» della compatta giapponese

di Lorenzo Centenari -

23 luglio 2018, 17:15

Il test Nissan Micra Bose: tutta un'altra musica

«Guidare oh, oh / cantare oh, oh, oh». Gli studi confermano, ascoltare musica e cimentarsi nell’arte canora è fra i migliori antidoti allo stress. Altro che pillole, yoga, centri benessere: anche un viaggio di lavoro in automobile può trasformarsi in rigenerante seduta benefica, se accompagnato dai giusti strumenti. E come «sala di registrazione», Nissan Micra con impianto Bose Personal è equipaggiata di tutto punto.
Due dei sei altoparlanti sono sistemati direttamente nel poggiatesta del sedile del conducente, mentre la vasta gamma di sonorità riprodotte dalla sopraffina installazione stereofonica ha risparmiato ai tecnici il montaggio del sub-woofer per la riproduzione dei bassi, cioè di un accessorio che notoriamente sottrae spazio al vano bagagli. 

VIBRAZIONI
La vedi arrivare da lontano, e già le strisce arancio su tettuccio e cofano - in tinta con calotte specchi e inserti inferiori frontali e laterali - rimandano all’idea di vibrazioni e musica pop. Sali a bordo, e il contrasto cromatico prolunga anche in abitacolo l’esperienza sensoriale esterna. Non ricordano, le barre sugli schienali, le onde di uno spettro sonoro?
Giovanile e tecnologica di suo (il touch screen da 7” degli equipaggiamenti superiori è per il segmento B un autentico lusso), Micra quinta edizione assume grazie all’impianto Bose (550 euro in associazione a NissanConnect su allestimento Acenta, di serie per il livello Tekna) le sembianze di vero e proprio laboratorio hi-tech. Le proprietà dinamiche della popolare citycar giapponese (che coi suoi 4 metri esatti di lunghezza si presta in realtà anche a gite extraurbane in collettivo) sono ormai comprovate. Sia che a spingerla sia lo 0.9 turbo benzina da 90 Cv (da 14.950 euro), sia che la propulsione venga affidata al 1.5 dCi di pari potenza (da 17.080 euro), un gioiellino di meccanica turbodiesel che parsimonioso è dire poco (25 km/l). 

AUDITORIUM
Insistiamo quindi ora sul pacchetto Bose: dopotutto, se in Germania è stato eletto impianto audio automotive numero uno, proprio un optional qualunque non lo è. Gli altoparlanti si avvalgono della tecnologia audio virtuale Bose PersonalSpace, un innovativo sistema di elaborazione digitale del segnale che regala un’esperienza di ascolto quanto più chiara e intensa, anche ruotando al massimo la manopola del volume. Al volante di Micra, come nella platea di un auditorium. Sia che si scelga di sintonizzare la radio DAB, sia che si associ il proprio smartphone al software di bordo (tramite Apple CarPlay o Android Auto), e vada in onda la propria playlist preferita. Ai clienti, l’idea piace: sono firmati Bose il 16% degli esemplari sin qui venduti in Italia. Micra invita a cantare a squarciagola, Micra come terapia del buonumore.