Sei in Archivio

Calciomercato

Inter-Vidal: cosa manca prima del sì

Queste le condizioni che potrebbero determinare il passaggio in nerazzurro del cileno.

28 luglio 2018, 15:20

Inter-Vidal: cosa manca prima del sì
L'Inter continua a lavorare per regalare a Luciano Spalletti quel centrocampista necessario per completare il salto di qualità nerazzurro.

Il primo nome nella lista dell'allenatore della Beneamata e del resposabile dell'area tecnica del club, Piero Ausilio, resta sempre lo stesso: quello di Arturo Vidal. Il cileno è al suo ultimo anno di contratto con il Bayern Monaco, condizione che rende impossibile il suo arrivo in prestito. Ecco perché l'operazione potrebbe essere conclusa nel momento in cui i bavaresi allungassero il suo contratto fino al 2020, per poi permettergli di tornare in Italia a condizioni favorevoli a tutti.

L'Inter non vuole però correre alcun rischio di restare con il cerino in mano e proprio per questo sta monitorando un altro profilo sul mercato: qualora non si riuscisse a chiudere per Vidal la prima alternativa diventerebbe Tiémoué Bakayoko del Chelsea.

Inter-Vidal: cosa manca prima del sì