Sei in Archivio

PREZZI

L'inflazione a Parma: più cari alcolici e trasporti in luglio

Calano i prezzi medi di alberghi e ristoranti. I dati complessivi: +0,9% l'inflazione tendenziale, +0,1% quella congiunturale

31 luglio 2018, 13:58

L'inflazione a Parma: più cari alcolici e trasporti in luglio

Il tasso di inflazione a Parma +0,9% tendenziale (rispetto a luglio 2017). L'inflazione congiunturale invece (cioè rispetto al mese scorso) è +0,1%. 
Il dato locale dell'inflazione, in luglio, è più basso della media nazionale. In Italia infatti i prezzi medi sono aumentati di 1,5% rispetto a un anno fa; +0,3% rispetto al mese scorso. Il rialzo si deve principalmente alle tariffe di luce (+1,9% in termini tendenziali a livello nazionale) e gas (+8,5% su base annua), secondo gli aggiornamenti decisi a fine giugno. 

I prezzi che aumentano di più a Parma in luglio

Alcolici e tabacchi: +4,5% annuo

Trasporti: +4,3% annuo

Spese per abitazione, energia elettrica e combustibili: +3,5% annuo 

A Parma, nel comparto Trasporti si notano i rialzi a due cifre dei prezzi medi dei carburanti: la benzina costa il 10,5% in più rispetto a luglio 2017, il diesel +14,2%, gli altri carburanti (rilevati insieme) +10,7 per cento. Il settore "Alimentari e bevande analcoliche" a Parma vede un aumento dei prezzi medi del 2,6% rispetto a un anno fa. 


I prezzi che scendono di più a Parma

Istruzione: -14,8% annuo 

Servizi ricettivi e di ristorazione: - 3,8% annuo (- 4,8% mensile) 

Comunicazioni: - 1,7% mensile 


Tutti i dati dell'inflazione a Parma nel mese di luglio 2018 (fonte: Comune di Parma)