Sei in Archivio

rugby

Comitiva del Giocampus alle Zebre rugby Club. La giornata tipo di un atleta professionista

di Tommaso Villani -

03 agosto 2018, 21:23

Comitiva del Giocampus alle Zebre rugby Club. La giornata tipo di un atleta professionista

All’inizio della settimana che volge al termine, un esiguo gruppo di ragazzi e ragazze del progetto Giocampus Young dell’età di 13/14 anni è stato ospitato al Lanfranchi dai padroni di casa dello Zebre Rugby Club. Obiettivo dell’evento voluto dalla società bianco-nera, quello di fare comprendere l’impegno di una squadra professionistica ai giovani, che praticano altre discipline sportive. E soprattutto mostrare loro la giornata tipo di un atleta professionista che ha scelto di dedicare la propria vita a uno sport, praticato ad alto livello.
Partiti in bicicletta dal Campus Universitario i ragazzi hanno visitato il centro sportivo della Cittadella del Rugby, entrando nel cuore della struttura che ospita una delle due franchigie federali d’Italia. Dopo la visita allo Stadio, agli spogliatoi, alla sala medica, alla palestra ed agli uffici, i ragazzi hanno potuto comprendere che una “macchina” come quella delle Zebre è un insieme di ingranaggi complessi, che lavorano costantemente insieme, ognuno con un compito preciso, per garantire lo spettacolo che ogni sabato vede gli atleti scendere in campo e sfidare il meglio delle squadre del Pro14. Inoltre, accompagnati da Andrea Cenci hanno potuto seguire l'allenamento delle Zebre e raccogliere gli autografi dei campioni della palla ovale.
La visita si é conclusa con un seminario nella sala riunioni federale, indetto dal team manager Andrea De Rossi, per spiegare agli adolescenti i valori del rugby e le peculiarità di uno sport in forte crescita a livello di praticanti femminili. E’ intervenuta anche Giulia Barbieri, giocatrice della Rugby Colorno, Campione d'Italia 2018, e tirocinante nel reparto di preparazione atletica dello staff tecnico delle Zebre nonché studentessa di Scienze Motorie.