Sei in Archivio

SOCIAL NETWORK

Posta foto di Hitler per criticare la Lega: Facebook blocca la pagina di Bebo Storti

11 agosto 2018, 16:45

Posta foto di Hitler per criticare la Lega: Facebook blocca la pagina di Bebo Storti

La pagina di Bebo Storti è stata bloccata da Facebook. La notizia, insieme all’appello che chiede di scrivere agli amministratori del social, gira in rete ed è confermata dallo stesso attore, che quattro giorni fa ha ricevuto un messaggio da Facebook in cui gli veniva spiegato che la sua pagina era stata bloccata per non aver rispettato le politiche dei social.
«Avevo postato una foto di archivio Hitler che sfila felice tra la folla mentre va verso il Reichstag e avevo scritto - racconta Bebo Storti - "la pacchia è finita... questo vuol dire", come a dire "occhio, stanno tornando i nazisti". Non so se qualcuno della Lega che non sapeva come fermarmi mi abbia segnalato o se sia stata una scelta di quelli di Facebook che non bloccano i razzisti veri, ma hanno scambiato il mio post per un post razzista non conoscendo la mia storia. Hanno bloccato per qualche giorno anche la pagina del circolo Anpi Onorina Pesce e poi non bloccano le istigazioni all’odio di CasaPound. Il guaio - sottolinea Storti - è che Facebook è in mano a chi non ha cultura e sensibilità, non è normale bloccare me perché faccio ironia sulla Lega».
L’attore, che al cinema ha lavorato con Salvatores e Giordana, in tv è diventato noto con Mai dire gol e a teatro dal 2002 è interprete del monologo drammatico Mai Morti, lo sfogo tragico di un nostalgico di Salò, scritto e diretto da Renato Sarti. Il suo ultimo spettacolo, da lui scritto e diretto, è "In fondo a destra", imperniato sul vento nostalgico di matrice fascista.