Sei in Archivio

ROMA

Erdogan, non cadremo in trappola dei tassi d'interesse

'Risponderemo a guerra commerciale con alleati diversi da Usa'

12 agosto 2018, 20:10

(ANSA) - ROMA, 12 AGO - "Stanno tentando di fare con il denaro quello che non sono riusciti a fare con le provocazioni ed il colpo di stato. Questa è chiaramente una guerra economica". Lo ha detto il leader turco Recep Tayyp Erdogan dopo la crisi innestata dal crollo della lira ed i nuovi dazi americani. E poi nuovamente avvertito gli Usa: "Risponderemo a chi ha iniziato una guerra commerciale contro il mondo intero, inclusa la Turchia, virando verso nuove alleanze". I tassi di interesse sono uno strumento di sfruttamento per rendere i ricchi più ricchi e poveri più poveri. Non cadremo nella loro trappola". Lo ha detto il presidente Recep Tayyp Erdogan ad un meeting del suo partito. "Lavoriamo per trovare mercati alternativi e risponderemo a coloro che ci colpiscono attraverso il dollaro con strumenti finanziari alternativi", ha aggiunto, riferendosi alla politica Usa dei dazi. E poi: "Coloro che dicono di affidarci all'Fmi vogliono che rinunciamo alla nostra indipendenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA