Sei in Archivio

Bologna

Esplosione in autostrada: morto un anziano colpito dall'onda d'urto

Tornerà presto in servizio il carabiniere ferito, comandante del Nucleo radiomobile di Borgo Panigale

14 agosto 2018, 18:59

Esplosione in autostrada: morto un anziano colpito dall'onda d'urto

E’ morto oggi all’ospedale Maggiore di Bologna, dove era ricoverato in terapia intensiva, uno dei feriti nell’esplosione di lunedì 6 agosto a Borgo Panigale. E’ un pensionato 81enne, residente poco lontano dal luogo dell’incendio. L'anziano era rimasto ferito a causa dell’onda d’urto.

SARA' DIMESSO IL COMANDANTE DEL "RADIOMOBILE" DI BORGO PANIGALE. «Salvo imprevisti, se non risale la febbre, giovedì mattina mi dimettono. I tempi di recupero sono soggettivi, bisognerà aspettare che si rimarginino le ferite poi vedremo i tempi per tornare a lavorare». Il maresciallo maggiore dei Carabinieri Massimo Piras, comandante del radiomobile della Compagnia di Borgo Panigale, è tra i militari feriti nell’incidente dello scorso lunedì a Bologna.
Una settimana dopo lo scontro sul viadotto e l’esplosione, dall’Ospedale Bellaria dove è ricoverato, ha ripercorso i momenti di quella giornata dopo avere ricevuto, in mattinata, la visita del comandante provinciale Valerio Giardina e dei colleghi.
«Sarà un attimo che ricorderò sempre. Stavo rientrando in caserma - ha raccontato ai microfoni di Trc tv - mezzo minuto prima è successo l’incidente. Eravamo lì per caso, con altri colleghi ci siamo fermati. Poteva sembrare un incidente normale, con un grande incendio. Abbiamo allontanato la gente, i curiosi, come solitamente succede. Poi l’esplosione. Non si riusciva resistere all’onda di calore. Io ero vicino alla recinzione di una concessionaria, ero esposto e mi sono messo a correre sentendo la pelle sciogliere. Adesso - ha concluso il militare dell’Arma - penso ad affrontare le ferite, a ristabilirmi. Poi penserò a ristabilire l’anima».

© RIPRODUZIONE RISERVATA