Sei in Archivio

maltempo

Pioggia e temperature in calo a Ferragosto

Temporali a macchia di leopardo, tra grandine e trombe d'aria

14 agosto 2018, 18:25

Pioggia e temperature in calo a Ferragosto

L’ondata di maltempo ferragostana, come preannunciato dalle previsioni meteo, si è puntualmente abbattuta un po' a macchia di leopardo su tutte le regioni, escluso quelle meridionali che sono state per ora poco raggiunte da annuvolamenti e piovaschi. Per effetto dell’ingresso della perturbazione atlantica che ha soppiantato la cappa di afa africana che ci stava attanagliando da parecchi giorni e che sta attraversando la penisola da ovest a est, le temperature sono andate giù, in calo anche di dieci gradi portando un po' di sollievo nell’aria rovente specie delle grandi città e nelle campagne riarse.

Le previsioni per il parmense, comune per comune.

Grandinate, temporali anche intensi e qualche tromba d’aria, che per fortuna ha per lo più scaricato sul mare la sua intensità, hanno caratterizzato questa vigilia di Ferragosto che ha messo in allarme gli operatori turistici preoccupati che domani non ci sia il pienone nella giornata "clou" dell’estate, anche se il turismo è in crescita del 2,7% rispetto allo scorso anno. Preoccupazione per la vendemmia, dopo i forti temporali che ieri hanno imperversato in Veneto, una delle regioni più ricche di cantine e vigneti, con scrosci dalla laguna all’entroterra, su Venezia, Padova e Verona.
Particolarmente colpita, dal nuovo corso climatico è stata la Toscana: a Grosseto, si sono allagati alcuni sottopassi e una bomba d’acqua si è abbattuta su un campeggio a Principina a mare, facendo crollare un albero su un camper e su un’auto senza tuttavia provocare feriti. Anche a Livorno c'è stata allerta e la protezione civile era operativa, ma non si è andati oltre a qualche allagamento circoscritto. All’Elba, che brulica di turisti, i vigili del fuoco sono intervenuti presso un hotel a Portoferraio per la messa in sicurezza di un grosso albero colpito da un fulmine durante il temporale, avvistata anche una piccola tromba d’aria, creatasi in mare e esauritasi senza danni. A Firenze è stata prorogata l’allerta gialla. Invase dal fango e dai rami spezzati, le strade rurali che portano alle spiagge di Capalbio e che sono state ripulite dai volontari e vigili del fuoco per garantire la percorribilità. Sul litorale romano ha fatto la sua comparsa la grandine, tra Ostia e Fregene, e due trombe d’aria sono state avvistate. Qualche strada allagata, e un albero caduto fulminato, un campo di balle di fieno andato a fuoco a Fiumicino, acceso da un fulmine, sono state le uniche conseguenze di questo assaggio di 'mistral'.
Oltre una cinquantina gli interventi dei vigili del fuoco in Umbria per i danni provocati dalla pioggia, a tratti intensa, che ha interessato gran parte della regione, provocando soprattutto la caduta di rami e alberi. Foligno, Spoleto, Todi e l'orvietano le zone più colpite ma nessun problema per le persone. Da stasera, è allerta arancione in Campania, in molte aree del territorio - isole comprese - anche se in modo differenziato. Si prevedono precipitazioni con rovesci e temporali anche di forte intensità con raffiche di vento, e la Protezione civile chiede di fare attenzione anche alle strutture esposte alla sollecitazione dei venti e del mare.