Sei in Archivio

SANTA CRISTINA

Val Gardena, 60enne di Collecchio uccisa a coltellate in albergo: marito fermato per omicidio volontario

La vittima è Rita Pissarotti. Con il marito Paolo Zoni viveva a Madregolo

14 agosto 2018, 17:30

Val Gardena, 60enne di Collecchio uccisa a coltellate in albergo: marito fermato per omicidio volontario

E' in stato di fermo con l’accusa di omicidio volontario il marito di Rita Pissarotti, la 60enne parmigiana trovata morta in un hotel di Santa Cristina in Val Gardena. L’uomo, Paolo Zoni, questa mattina si è allontanato dall’albergo prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Una pattuglia dei carabinieri lo ha fermato poco prima di Bolzano, all’ingresso dell’autostrada. La donna è stata accoltellata. La coppia era giunta in Alto Adige il 6 agosto scorso.

Il corpo è stato trovato questa mattina da una donna delle pulizie nella sua camera. In un primo momento la 60enne sembrava svenuta: è intervenuto l’elisoccorso Aiut Alpin; il medico d’urgenza non ha potuto far altro che constatare il decesso della donna. 
Sul posto a Santa Cristina c'è il magistrato di Bolzano Axel Bisignano. 

LA COPPIA VIVEVA A COLLECCHIO. Paolo Zoni, il marito di Rita Pissarotti, è un pensionato di 64 anni. La coppia da qualche anno viveva a Collecchio.
L’uomo che si trova in stato di fermo per l’omicidio volontario della moglie, non è ancora stato sentito dall’autorità giudiziaria. L’udienza di convalida del fermo dovrebbe svolgersi giovedì, 16 agosto, lo stesso giorno in cui dovrebbe essere eseguita l’autopsia.
La polizia scientifica ha analizzato la camera d’albergo della coppia e la macchina con la quale si era allontanato l'uomo nonché i vestiti che aveva addosso. Non ci sono per ora informazioni sul movente dell’omicidio. Le indagini sono in corso.