Sei in Archivio

Domenica 18 agosto

Crollo del ponte di Genova, il procuratore: "Lo Stato ha abdicato al controllo"

19 agosto 2018, 21:22

Crollo del ponte di Genova, il procuratore:

"Il Governo ha messo a disposizione i fondi necessari, ma adesso pretendiamo che si faccia in fretta. Non lasciamo sola Genova". Lo ha detto il premier conte parlando degli stanziamenti a favore degli sfollati e per la ricostruzione. Prove di dialogo con le opposizioni sul piano Giorgetti per la manutenzione delle infrastrutture e le scuole, Forza Italia propone un "patto bipartisan". Il procuratore di Genova Cozzi accusa: "Ho qualche difficoltà ad accettare l’idea che il tema della sicurezza pubblica stradale sia rimesso nelle mani dei privati. Oggi lo Stato è espropriato dei suoi poteri, ha abdicato al ruolo di garante della sicurezza".

DOMANI LA CONSEGNA DEI PRIMI 11 ALLOGGI AGLI SFOLLATI
PARTE LA MESSA IN SICUREZZA. MORANDI TEMEVA PER IL PONTE

Domani il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci consegneranno i primi alloggi ad 11 nuclei familiari sfollati per il crollo del Ponte Morandi. Toti assicura che "entro otto settimane ci sarà una casa per tutti". Dopo il recupero delle vittime, i vigili del fuoco continuano a lavorare tra le macerie per bonificare l’area. La Procura autorizza le verifiche per la messa in sicurezza proposte da Anas. E spunta un nuovo particolare sul ponte crollato: in base a un rapporto del '79 pubblicato oggi da "LaVerità", lo stesso progettista della struttura, l’ingegner Riccardo Morandi, metteva in allerta sulla salute del ponte che "si corrode" a causa di salsedine e inquinamento, tanto da suggerire interventi "entro pochi anni".

SALVINI, "IL GOVERNO FA PAURA, PROVERANNO A STRONCARCI" 
IMBRATTATA SEDE DELLA LEGA A BERGAMO, "NON CI INTIMIDIRANNO"

"Questo governo sta facendo cose giuste e l’apprezzamento degli italiani è ai massimi storici. Ma c'è qualcuno meno contento perché l’Italia dimostra di non dipendere dai soliti poteri forti e sono terrorizzati, per cui cercheranno in ogni maniera di stroncare l’esperimento col debito pubblico, lo spread, il declassamento delle agenzie di rating, richiami e penalità". Lo ha detto il vicepremier Matteo Salvini esprimendo la volontà di nominare un commissario europeo italiano "che si occupi di quattrini, industria, economia, pesca, commercio agricoltura, che difenda il diritto al lavoro di 60 milioni di italiani che in Europa stanno massacrando". Scritte anti-Salvini sulle vetrate della sede provinciale della Lega a Bergamo, il leader del Carroccio commenta: "Non ci intimidiranno".

SCONTRO MALTA-ITALIA SUI MIGRANTI. SALVINI, INTERVENGA L’UE
LA VALLETTA: DICIOTTI VADA A LAMPEDUSA, LUOGO PIU' SICURO

Nuovo scontro fra Italia e Malta sui migranti, per i 180 a bordo della nave Diciotti della Guardia Costiera. Malta afferma che "la Guardia costiera italiana ha intercettato i migranti solo per impedirgli di entrare nelle acque italiane". E chiede che i migranti "sbarchino in Italia" perché "Lampedusa è il luogo sicuro più vicino". Il ministro Toninelli attacca: "Il comportamento Malta è inqualificabile e meritevole di sanzioni". E Salvini si rivolge a Bruxelles: "O l’Europa decide di aiutare l'Italia in concreto, oppure saremo costretti a riaccompagnare in Libia le persone recuperate in mare". L’accusa del presidente della Caritas, Montenegro: "C'è un clima da dagli all’untore".

PRIMI RISULTATI PER SPIAGGE SICURE, "E' LA STRADA GIUSTA" 
CON FONDI A DISPOSIZIONE COMUNI PIU' CONTROLLI E ASSUNZIONI

Controlli, multe, sequestri e più personale in campo per gli accertamenti: è "positivo" il primo bilancio dell’Operazione Spiagge sicure, voluta dal ministro dell’Interno Salvini per supportare i sindaci nel garantire un miglior controllo del territorio in estate, in particolare contro contraffazione, commercio abusivo, illegalità nei comuni a spiccata vocazione turistica. "Abbiamo imboccato la strada giusta", dice Salvini, secondo cui "l'anno prossimo andrà ancora meglip" perché i Comuni hanno capito "che si fa sul serio". I risultati delle prime settimane di operatività del progetto, parlano di 189 assunzioni a tempo determinato e di quasi 9mila ore di lavoro straordinario effettuato per i controlli. 

FINISCE L’ULTIMO PIANI AIUTI PER LA GRECIA, MA NON LA CRISI
ALLARME WSJ SULL'ITALIA: C'E' IL RISCHIO DI FUGA DEI CAPITALI

Domani la Grecia uscirà dal terzo ed ultimo piano di aiuti internazionali che ne hanno evitato la bancarotta e l’uscita dall’euro, a costo di pesantissime riforme. Non è però la fine della crisi: restano gravi problemi (disoccupazione, riduzione di salari e pensioni, difficoltà per il settore della sanità, fuga all’estero di quasi mezzo milione di greci) e, come ammette il governatore della Banca Centrale, Yannis Stournaras, resta "molta strada da fare" per il risanamento. Il Wsj lancia intanto l'allarme Italia: "Le scosse di mercato sul debito e i nuovi attacchi contro l’establishment europeo da parte dei politici, suggeriscono lo spettro di una fuga di capitali".

IL GIORNO DELLE SFIDANTI, ROMA E INTER AL DEBUTTO
TRASFERTE DIFFICILI PER RISPONDERE A JUVE E NAPOLI

Dopo le vittorie sofferte di Juve e Napoli negli anticipi della prima giornata di serie A, oggi tocca a due delle principali sfidanti per la vittoria finale. La Roma è già in campo a Torino contro i granata, stasera toccherà all’Inter, ospite del Sassuolo. Le altre gare sono Empoli-Cagliari, Bologna-Spal e Parma-Udinese. Domani Atalanta-Frosinone. Rinviate Samp-Fiorentina e Milan-Genoa, per la tragedia del ponte Morandi a Genova.