Sei in Archivio

ospedale

Donazione in Neonatologia, nel ricordo di Leonardo

Consegnato uno strumento per facilitare la respirazione dei piccoli pazienti

29 agosto 2018, 19:31

Donazione in Neonatologia, nel ricordo di Leonardo

Per ricordare il loro piccolo guerriero e per ringraziare i medici e il personale infermieristico per le amorevoli cure prestate non hanno chiesto fiori ma offerte per la struttura di Neonatologia mamma Claudia e papà Marco, genitori del piccolo Leonardo Borlenghi, prematuramente scomparso a novembre a causa di gravi complicanze respiratorie e cardiache.
La richiesta dei genitori è stata sostenuta con forza da amici e colleghi dello stabilimento Barilla di Pedrignano e si è concretizzata con la  donazione di un’apparecchiatura “ad alto flusso di ossigeno” per i piccoli pazienti che soffrono di gravi problemi respiratori. 
Lo strumento è stato presentato oggi alla presenza dei genitori di Leonardo, Claudia Napolitano e Marco Borlenghi, accompagnati in reparto dal direttore dello stabilimento di Pedrignano, Alessandro Spadini e dalla responsabile del Personale Alessandra Ghiretti.
Ad accoglierli il  direttore della Neonatologia, Cinzia Magnani, e il direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, Massimo Fabi.
“Oggi – spiegano Claudia e Marco -  doniamo questo strumento al reparto in ricordo di Leonardo, il nostro piccolo leoncino. Una donazione resa possibile grazie alle tante offerte fatte da amici e colleghi di lavoro. Ringraziamo presidenza, direzione e tutti i colleghi della Barilla per la vicinanza che ci hanno dimostrato e per l’impegno  nella raccolta fondi. Per tanti mesi  - concludono i genitori - questo reparto è stata la seconda casa di Leonardo e qui abbiamo trovato personale splendido, vogliamo con questa donazione lasciare un ringraziamento concreto”. 
“Lo strumento - precisa Magnani - offre un importante sostegno per la respirazione dei bambini più piccoli. È fondamentale sottolineare che per un bimbo molto piccolo che soffre di gravi patologie respiratorie anche una “banale” rinite può diventare un problema serio e la respirazione deve quindi essere aiutata”.
Un sentito ringraziamento per la donazione arriva dal direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Massimo Fabi. “Sono commosso – spiega Fabi - per la generosità e l’attaccamento verso l’Ospedale di Parma dimostrato anche con questa donazione. Ringrazio di cuore i genitori del piccolo Leonardo, Claudia e Marco,  e tutti i loro amici, colleghi e familiari che hanno contribuito a questo bellissimo gesto di solidarietà che è frutto di un sentire solidale”.