Sei in Archivio

Firenze

Minaccia una donna con la pistola: è caccia all'uomo

E' un fiorentino di 48 anni, ex giocatore di calcio storico. Si pensava che fosse barricato in casa, invece è fuggito

30 agosto 2018, 00:18

Minaccia una donna con la pistola: è caccia all'uomo

Proseguono senza sosta le ricerche dell’uomo che stamani, in un bar del quartiere dell’Isolotto a Firenze, prima ha aggredito una dipendente e poi, dopo essersi allontanato è tornato armato di pistola e l’ha minacciata. Sembra che l’uomo, un fiorentino di 48 anni, ex calciante (giocatore del Calcio Storico), conosciuto in città proprio per questo, cercasse l’ex compagna, anche lei dipendente del bar.

Secondo alcuni testimoni l’uomo, uscito dal locale, avrebbe anche sparato alcuni colpi in aria, prima di scomparire nel nulla. Nel pomeriggio la polizia ha circondato la sua abitazione, in via Fedi, nello stesso quartiere, e interdetto per alcune ore la zona a tutti, residenti compresi. Sembrava che il fuggitivo si fosse barricato in casa, armato. Sul posto oltre alle volanti anche gli uomini dell’Unità operativa di pronto intervento.

Dopo circa un’ora e mezzo, mentre su twitter la polizia chiedeva di non transitare nella zona e ai residenti del quartiere di non uscire di casa, gli agenti hanno fatto irruzione nell'abitazione e verificato che l’uomo non c'era.

"Liberato" il quartiere, subito le ricerche si sono estese ad altre zone di Firenze, e non solo. In via Andreotti, dove l’uomo avrebbe un magazzino, sarebbero stati trovati quattro bossoli ma non è chiaro se siano stati esplosi oggi e se a farlo sia stata la pistola del 48enne che sembra essere riuscito a far perdere le sue tracce.  La polizia ha rafforzato la sua presenza nel quartiere con numerose pattuglie, come si legge in un altro tweet, anche per dare una risposta alle tante domande di cittadini che sui social si sono rincorse, non senza la diffusione di molte false notizie. Qualcuno ha anche scritto che c'era stata una sparatoria e che un uomo stava sparando ai passanti. Notizie, chiaramente smentite dai fatti ma che hanno allarmato tutta la città.