Sei in Archivio

motori

I migliori maxiscooter

Comodi, rapidi e tecnologici, i moderni maxi scooter bicilindrici sono perfetti per unire praticità e prestazioni. Quali sono i migliori? Ve lo diciamo noi

di Alessandro Codognesi -

04 settembre 2018, 14:44

I migliori maxiscooter

I MIGLIORI MAXISCOOTER? ECCOLI SERVITI


 
Potenti, tecnologici e sicuri, i moderni maxiscooter sono mezzi estremamente desiderabili. Alla praticità tipica dello scooter, infatti, abbinano pacchetti meccanici ed elettronici all’atezza di alcune moto, anche sportive. Sono perfetti quindi per gite fuori porta, e perché no, anche per lunghe vacanze. Qualcuno anche per il (leggero) fuoristrada…agli scettici diciamo: provare per credere!

L’antesignano di tutti i maxiscooter è oggi una simpatica icona (per chi lo ricorda): è l’Honda CN 250, chiamato anche “Spazio”. Honda fu capace di proporre uno scooter visionario, spazioso e superconfortevole. Capace non solo di guizzare nel traffico ma anche di affrontare lunghi viaggi, grazie alla posizione di guida rilassata e alla notevole capacità di carico.

Tutti hanno poi seguito la strada tracciata del CN250. Gli scooter “poltrona” sono poi diventati uno standard. Ma ad alzare il limite del segmento è stato il primo Yamaha TMAX. Nessuno si era mai spinto così oltre, nessuno aveva mai osato proporre uno scooter con prestazioni così sportive, simili (e a volte superiori) a una moto. Uno scooter capace non solo di portarti da A a B comodo, ma in grado di proporre una guida divertente. Oggi le proposte sono numerose: abbiamo raccolto le migliori e le abbiamo elencate in ordine alfabetico. Ecco i migliori maxiscooter.

BMW C 650 Sport – 11.600 euro

 
 
Al momento del suo lancio, nel 2011, il BMW C 600 Sport (si chiamava così, non è un errore) ha sofferto di complesso d’inferiorità rispetto al rivale più diretto, il TMAX. Il Model Year 2016 ha ricevuto più di un intervento (oltre a cambiare nome in C 650 Sport), con l’obiettivo di trovare nuova linfa e originalità. Il risultato è che oggi il C 650 Sport è tra le proposte più interessanti del segmento. Sfrutta un potente bicilindrico in linea, 647 cc, capace di 60 cv a 7.750 giri e 180 km/h. Il telaio è in tubi di acciaio. La trasmissione è CVT, integrata nel forcellone, le sospensioni prevedono una forcella a steli rovesciati e un monoammortizzatore orizzontale. Dotato di un ampio sottosella (capace di contenere un casco integrale e un jet grazie al sistema a soffietto varioflex), ha un peso non indifferente, che può intimorire gli utenti meno smaliziati: 249 kg con il 90% di serbatoio pieno. Non è a buon mercato, però di serie offre il controllo di stabilità ASC(di fatto, un controllo di trazione semplificato) che lo rende più sicuro sui fondi con aderenza incerta.

Abbiamo provato il C 650 Sport in una comparativa tra i maxiscooter del momento.

Honda X-ADV – 11.790 euro

 
 
In un mondo di scooter standardizzati, l’X-ADV è arrivato come un’astronave aliena.Uno scooter (se così ancora si può chiamare) dotato di cambio a doppia frizione DCT a 6 rapporti (trasmissione a catena) e cerchi a raggi da 17-15” (che calzano peraltro pneumatici tassellati). C’è chi lo ha descritto come il SUV delle due ruote, e non a torto. La sua indole offroad è sottolineata anche da altri elementi, come il manubrio largo e rialzato, la strumentazione che scimmiotta un roadbook, le pedane (optional) larghe e zigrinate e i paramani. Il suo cuore è un bicilindrico da 745 cc a corsa lunga capace di 55 cv a 6.250 giri. La sella è ad altezza media… per lo standard moto: 820 mm. Il peso non è indifferente: 238 kg con il pieno di benzina. Le sospensioni sono a lunga escursione, per affrontare gli sterrati senza patemi, e il sottosella può ospitare un casco da offroad con tanto di frontino. Non manca il controllo di trazione a 2 livelli HSTC.

In RED lo abbiamo provato in una comparativa con Honda Integra 750 S e si è comportato alla grande.