Sei in Archivio

MERCOLEDI' 5 SETTEMBRE

40 migranti della Diciotti spariti a Rocca di Papa. La Caritas: Non è una fuga

05 settembre 2018, 21:29

40 migranti della Diciotti spariti a Rocca  di Papa. La Caritas: Non è una fuga

QUARANTA MIGRANTI DELLA DICIOTTI SPARITI DA ROCCA DI PAPA
LA CARITAS, 'LA LORO NON E’ UNA FUGA, NON SONO DETENUTI'

Quaranta migranti che dalla nave Diciotti erano stati trasferiti nel centro di Rocca di Papa si sono allontanati e risultano irreperibili. Si sono allontanati in diversi momenti tra il 31 agosto, il primo giorno di trasferimento, e ieri 4 settembre. La Caritas chiarisce: 'E' allontanamento volontario, non fuga. Si fugge da uno stato di detenzione e non è questo il caso, nessuno vuole rimanere in Italia, si sà. Duro il commento dei sottosegretari all’Interno, Stefano Candiani e Nicola Molteni: 'E' l’ennesima prova che chi sbarca in Italia non sempre scappa dalla fame e dalla guerra, nonostante le bugie della sinistra e di chi usa gli immigrati per fare business'.

DIETROFRONT DELLA MAGGIORANZA SUI VACCINI, RESTA L’OBBLIGO
A SCUOLA SOLO SE IN REGOLA. MATTARELLA, FIDARSI DELLA SCIENZA

La maggioranza è pronta a confermare l’obbligo delle vaccinazioni per la frequenza scolastica. Sta infatti valutando una serie di emendamenti presentati da diversi gruppi parlamentari che abrogano il comma del decreto Milleproroghe che rende non obbligatori i vaccini per i bambini di materne e asili. I relatori delle Commissioni Bilancio e Affari costituzionali potrebbero dare parere positivo. La frequenza a scuola dovrà prevedere dunque la vaccinazione. Mattarella: «Nei confronti della scienza non possiamo esprimere diffidenza". 

IL GOVERNO RASSICURA L’UE E I MERCATI SULLA MANOVRA
10.300 ASSUNTI ENTRO 2021 NELLA BOZZA DI ACCORDO SULL'ILVA

Vertice di governo sulla manovra con Conte, Salvini, Di Maio e Tria. La Legge di Bilancio sarà nel segno di crescita e stabilità, assicura il premier. Di Maio tranquillizza i mercati, flat tax e reddito cittadinanza non sono alternativi e nessuno vuole sfasciare i conti o distruggere l’Europa. Con lui anche Salvini, che dice ok al reddito in manovra e al rispetto degli impegni con gli italiani e dei vincoli Ue. Sulle pensioni annuncia quota 100 da subito per tutti. Anche Confindustria apprezza. Boccia: le apertura di Salvini 'fanno ben sperare al nostro mondò. Lo spread cala fino a 254 punti. Verso l’accordo per l’Ilva con una proposta di assunzione a tempo indeterminato a 10.300 lavoratorì. 

PROCURA PRONTA A SEQUESTRARE FONDI LEGA SE RIESAME DA L’OK
ENTRO DOMANI LA DECISIONE. SALVINI, IL NOME NON SI CAMBIA

La procura, nel caso in cui il tribunale del Riesame dovesse accogliere la decisione della Cassazione chiederà l’immediato sequestro dei fondi della Lega. Domani la decisione sul sequestro per risarcire lo Stato dalla maxi truffa sui rimborsi elettorali, stimata in 49 milioni. I soldi che la Lega ha in cassa ora sono contributi di eletti, donazioni di elettori e del 2 per mille della dichiarazione dei redditi assicurano i legali della lega. 'Somme non solo lecite ma che hanno anche un fine costituzionalè. Salvini, non cambieremo il nome del partito. 

MANDATO D’ARRESTO PER DUE RUSSI PER L’OMICIDIO SKRIPAL
MOSCA, LE ACCUSE SONO UNA PROVOCAZIONE "NON C'ENTRIAMO"

Mandato di cattura internazionale della polizia britannica per Alexander Petrov e Ruslan Boshiro ritenuti gli autori della tentata uccisione a marzo a Salisbury, con un agente nervino, dell’ex spia Serghiei Skripal e di sua figlia Yulia. Theresa May ha spiegato che i due sospetti russi sono 'agenti del Grù e hanno lasciato tracce di agente nervino Novichok nelle stanze d’albergo dove hanno alloggiato a Londra. Mosca replica, le accuse sono una provocazione.

 TREGUA REGGE IN LIBIA, CONSIGLIO DI SICUREZZA ONU IN CAMPO
ANCORA BOMBE SU IDLIB, ANKARA TEME ONDATA DI PROFUGHI SIRIANI

Regge il cessate il fuoco in Libia. L’inviato delle Nazioni Unite Ghassan Salamè riferisce oggi al Consiglio di Sicurezza riunito alle 21 italiane. Appello di Italia, Francia, Gran Bretagna e Usa a 'tutte le parti in causà. La Conferenza promossa dall’Italia si terrà tra il 10 e il 22 novembre in Sicilia o a Roma. A Idlib hanno ripreso a sparare le artiglierie governative sui miliziani antiregime. Ankara teme una ondata di profughi siriani verso la Turchia. Altolà da Washington: se Assad userà di nuovo le armi chimiche, gli Usa risponderanno.