Sei in Archivio

sicurezza

Campari e Cavandoli rispondono a Casa: "Lo Stato sta facendo la sua parte"

16 settembre 2018, 21:30

Campari e Cavandoli rispondono a Casa:

In una lettere "aperta", i parlamentari leghisti Cavandoli e Campari replicano alle dichiarazioni dell'assessore Casa: "L’assessore Casa, che dovrebbe occuparsi della sicurezza in città, ripete continuamente: “lo Stato faccia la sua parte”. In verità lo Stato la sua parte la sta facendo e anche bene, soprattutto da quando c'è il nuovo Governo: non passa giorno che Polizia e Carabinieri - che ringraziamo anche per l'immediato arresto dello stupratore di via Trieste - non facciano controlli, retate ed espulsioni.Inoltre - lo anticipiamo - il Ministro Salvini intende aumentare il numero delle forze di polizia a Parma e già con l'imminente decreto sicurezza la situazione nelle città cambierà (e i sindaci dovranno applicarlo).
Del resto è già cambiato il modo di gestire l’immigrazione:
Concessione staus rifugiato -8%,
Protezione sussidiaria -53%
Protezione unanitaria -30%
Domande respinte + 22%.
Da una parte chi si era arricchito con il business dell’immigrazione clandestina ora piange. Dall'altra chi (anche a Parma) minimizzava sui rischi dell’immigrazione fuori controllo, organizzava scioperi della fame e riunioni pro clandestini, criticava Salvini per la chiusura dei porti e usava i vigili solo per fare multe ai parmigiani, ora corre ai ripari e parla di Sicurezza. C’è da scommettere che tra qualche giorno proveranno addirittura a dire che è tutto merito loro.
Loro che hanno riempito Parma di clandestini e spacciatori".