Sei in Archivio

MARTEDI' 18 SETTEMBRE

Saltano le Olimpiadi a tre, rilancio su Milano-Cortina

18 settembre 2018, 21:17

Saltano le Olimpiadi a tre, rilancio su Milano-Cortina

La candidatura olimpica a tre per il 2026 di Milano, Cortina e Torino «non ha sostegno del governo, è morta qui». Lo ha annunciato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giorgetti». I governatori di Lombardia e Veneto, Fontana e Zaia, rilanciano con la coppia Milano-Cortina, ma Giorgetti avverte: «Se vogliono andare insieme, se ne faranno carico loro anche in termini di oneri». Di Maio attacca: «Pagato l’atteggiamento del Coni che non ha avuto coraggio». Salvini: «Peccato perdere un’occasione così». Chiamparino: è una «manovra anti-Piemonte» e la sindaca di Torino Appendino getta la spugna: «Senza il sostegno del Governo non ci sono le condizioni».

IL M5S IN PRESSING SU TRIA, TROVI I SOLDI PER GLI ITALIANI
RILANCIO SU PENSIONI D’ORO. MINISTRO, INVESTIMENTI A 3% PIL

Resta alta la tensione sulla Manovra, il vicepremier Di Maio avverte il ministro Tria: «Nessuno ne ha chiesto le dimissioni, ma pretendo che trovi i soldi per gli italiani in difficoltà». Il M5s rilancia sui tagli alle pensioni d’oro sopra i 4.500 euro per finanziare le pensioni di cittadinanza. Tria intanto fa sapere che il governo deve «recuperare un 30% di investimenti pubblici venuti meno negli ultimi anni» e che questi «debbono tornare ad essere il 3% del Pil nel breve termine». L’obiettivo è una crescita «forte e sostenibile», ma anche «ridurre il carico fiscale sulla classe media oltre la flat tax». Un risparmio di tasse che potrebbe andare da 800-1.000 euro a quasi 15 mila, per autonomi e partite Iva, secondo la Cna.

JET RUSSO ABBATTUTO PER ERRORE, ALTA TENSIONE MOSCA-ISRAELE
COLPITO DALLA CONTRAEREA SIRIANA, IL 'DOLORE' DI GERUSALEMME

Un aereo Il-20 dell’aeronautica russa con a bordo 14 militari è stato abbattuto per errore dalla contraerea siriana mentre era in corso un raid di F16 israeliani su obiettivi di damasco. Mosca accusa l’aviazione dello stato ebraico di essersi fatta scudo col velivolo russo. Il premier israeliano Netanyahu esprime «dolore» e ribadisce l’impegno «ad impedire che l’Iran rafforzi la presenza in Siria».

L’ITALIA INSISTE SUI MIGRANTI MA L’EUROPA FA MURO
L’UNGHERIA RIFIUTA LE SANZIONI UE, PUTIN SOSTIENE ORBAN

Il premier Giuseppe Conte chiede «una risposta europea» sui migranti se non si vuole avere un nuovo caso Diciotti e chiede più investimenti nel Nord Africa e la revisione dei protocolli delle missioni Sophia e Frontex. Al vertice di Salisburgo non sono però attesi passi avanti sulla riforma del trattato di Dublino. Il parlamento ungherese intanto 'respingè le sanzioni Ue, mentre Orban è andato a Mosca da Putin che lo definisce «un partner chiave» per la Russia e sui migranti commenta: «Se gli dai il benvenuto, continueranno ad arrivare».

IL GOVERNO ACCELERA SUL DL PER GENOVA, DUE I COMMISSARI
VERTICE A PALAZZO CHIGI. TONINELLI, TROVEREMO NOME IMPORTANTE

Vertice a Palazzo Chigi su Genova, con Conte, Di Maio, Salvini e i sottosegretari Rixi e Giorgetti, oltre al sindaco Marco Bucci ed il governatore della Liguria Toti. Il commissario alla ricostruzione sarà individuato entro 10 giorni e si affiancherà a quello per l’emergenza. Ancora nessun nome, Toninelli assicura: «Ne troveremo uno importante». E sarà quest’ultimo a decidere su chi ricostruirà il Ponte, in accordo con gli enti locali e il premier. Conte annuncia che sono stati definiti i dettagli del dl emergenza. Bucci: siamo d’accordo al 100%.

ACCORDO FRA LEGA E PM, RESTITUIRA' 600MILA EURO PER 80 ANNI
PROCURATORE COZZI, ISTANZA LORO. FATTO COME CON LE AZIENDE

Intesa raggiunta tra la procura di Genova e gli avvocati della Lega Nord sulle modalità di esecuzione dei sequestri dei 49 milioni di euro di fondi del partito. Saranno sequestrati centomila euro a bimestre, per un totale di 600mila l’anno. Ma se il partito dovesse incamerare di più, al netto delle spese, la cifra prelevata aumenterebbe. Il procuratore di Genova Cozzi spiega che «è un meccanismo già seguito per i crediti erariali delle aziende. Non è un accordo ma un’istanza della difesa». Il Carroccio ha comunque depositato ricorso in Cassazione contro la decisione del Riesame sul via libera ai sequestri.

 DETENUTA GETTA I FIGLI DALLE SCALE A REBIBBIA, MORTA BIMBA
IN CARCERE DA UN MESE PER DROGA. POLEMICHE SU BIMBI IN CELLA

Una donna tedesca di 31 anni, detenuta nel carcere romano di Rebibbia, ha gettato i suoi due figli dalle scale della sezione nido del penitenziario, uccidendo la più piccola, una neonata di 4 mesi, mentre il fratellino maggiore, di 20 mesi, è ricoverato in prognosi riservata al Bambino Gesù e sarà operato. La donna, in carcere da un mese per droga, sarebbe già stata sottoposta in passato a controllo medico dopo alcune segnalazioni di disagi psichici. Il ministero della Giustizia ha aperto un’inchiesta interna. Polemiche sulla presenza di bambini in carcere, il sindacato di polizia penitenziaria Spp: «E' tortura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA