Sei in Archivio

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l'analisi dei frammenti a Parma

18 settembre 2018, 18:01

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l'analisi dei frammenti a Parma

Ancora un ultimo sopralluogo per controllare con il metal detector le macerie dell’ex sala d’attesa della stazione di Bologna, distrutta dalla bomba del 2 agosto 1980, e poi le operazioni peritali nell’area militare di via Prati di Caprara saranno concluse. E’ giunta quindi alle battute finali l’analisi dei reperti, conservati per decenni all’aperto nell’ex caserma Ferrari di Bologna, affidata al perito Danilo Coppe: l’esperto incaricato dalla Corte d’Assise di Bologna nell’ambito del processo che vede indagato l’ex Nar Gilberto Cavallini (difeso dagli avvocati Gabriele Bordoni e Alessandro Pellegrini), per concorso nella strage del 2 agosto. L'opera di setacciatura delle macerie è dunque terminata, per il perito, e il 25 settembre con il metal detector si cercherà di verificare la presenza di ulteriori frammenti di interesse.
Inoltre a cominciare dal primo ottobre nella sede Ire (Istituto ricerche esplosivistiche) di Parma verrà fatta la selezione dei pacchi costituiti fra luglio e settembre, per capire su quali dei frammenti raccolti può aver senso effettuare analisi chimiche e su quali fare analisi merceologiche.