Sei in Archivio

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: 33enne di Polesine arrestato nella Bassa reggiana

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

19 settembre 2018, 17:15

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: 33enne di Polesine arrestato nella Bassa reggiana

“Dammi i soldi, altrimenti succede quello che tu sai, l’albanese viene e fa del male a te e alla tua famiglia”. Questa è l’ultima di una serie di minacce e richieste estorsive che un 33enne di Polesine Parmense ha rivolto all'ex compagna per oltre un mese. La vittima è una 29enne mantovana, che dopo due anni di convivenza ha troncato la relazione. Lui ha iniziato a chiederle denaro in modo sempre più insistente. Nel tempo, per timore che potesse capitare qualcosa a lei, alla sua famiglia ed al bar che fino alla fine di agosto ha gestito nel Parmense, la 29enne gli ha versato oltre 5mila euro. Quando i soldi sono finiti ha preso anche danaro del padre, con cui nell’ultimo periodo era andata a convivere.
Il padre ha scoperto quanto stava avvenendo e, quando è arrivata l'ultima richiesta (pagare 300 euro) ha incoraggiato la 29enne a fare denuncia ai carabinieri della Compagnia di Guastalla. L'incontro è avvenuto nel parcheggio di un supermercato della Bassa reggiana, ieri pomeriggio: il 33enne parmense è stato arrestato subito dopo aver ricevuto il denaro dalla vittima (banconote fotocopiate nel momento della denuncia). L'uomo è finito in manette con l'accusa di estorsione.