Sei in Archivio

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

20 settembre 2018, 19:18

Campari (Lega) richiama Ferrovie:

La Commissione Lavori pubblici del Senato di cui il senatore parmigiano della Lega Maurizio Campari è vicepresidente ha svolto ieri un'audizione informale con il Gruppo Ferrovie dello Stato sull’atto del Governo n. 40 riguardante il Mercato dei Servizi ferroviari.
Sono stati affrontati temi importanti in termini di servizi ai cittadini come l’ipotesi di Biglietteria unica per tutti i vettori ferroviari e sulle regole per la mobilità dei funzionari.
L’audizione è stata però anche l’occasione per Campari di richiamare il management delle Ferrovie su alcuni temi cruciali per la nostra città come la carenza di collegamenti con l’alta velocità. 
L’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti ha spiegato che il modello di business sposato vede Parma all’interno di un bacino mediopadano, che ha il suo fulcro nella stazione della Tav,  che vale 3 milioni di potenziali clienti e nel quale Parma riveste un ruolo di primaria importanza. Pertanto la nostra città “va resa compatibile con quel modello di business immaginando qualche collegamento in più con l’Alta Velocità sulla linea convenzionale in particolare in occasione degli eventi di rilievo che ci saranno in città”.
“Gli accordi del ’96 e ’98 - spiega Campari - prevedevano il passaggio da Parma di almeno 8 convogli dell’Alta Velocità al giorno. Ad oggi non sono ancora stati rispettati. Per noi questo è il minimo”.
Campari ha anche espresso al management delle Ferrovie la preoccupazione dei parmigiani per lo stato di avanzamento di strutture cruciali come la Pontremolese che collegherà definitivamente Parma con La Spezia. “Se ne parla da quasi 40 anni – ha sottolineato Campari -  e siamo preoccupati per i tempi che sembrano dilatarsi oggettivamente troppo”.