Sei in Archivio

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza"

22 settembre 2018, 20:25

D'Aversa promuove Gervinho:

Roberto D’Aversa spazza via in una settimana gli ultimi dubbi su di lui. Anche a Parma, nonostante le due promozioni in Legapro e B, c'era chi non lo riteneva adatto alla platea della serie A. Lui, debuttante nel massimo campionato, ora ha convinto davvero tutti. La vittoria sull'Inter ed il successo pieno col Cagliari sono la conferma del suo valore. Perchè la vittoria odierna non è solo merito dei campioni dell’attacco come Inglese e Gervinho ma di tutta la squadra, ben messa in campo e in grado di fermare ogni iniziativa avversaria. Il tecnico però parla dei giocatori, non di se stesso. E subito di lui, Gervinho. «Un gol come il suo non lo vedevo da anni - spiega D’Aversa - Ho la fortuna di avere un giocatore molto importante, che si è presentato qui con un’umiltà unica e con grandissima disponibilità. Per noi perchè è un giocatore che fa la differenza. E’ giusto che lo mettiamo in condizione di esprimersi al meglio. Comunque tutti hanno fatto una gran partita».
«Tutti sono ormai una certezza, pensando che abbiamo fatto mercato praticamente solo nell’ultima settimana - ricorda il tecnico ducale - Ora stiamo finalmente trovando continuità giocando insieme. In più abbiamo dei giocatori che rientrano dagli infortuni e hanno bisogno di recuperare. Confido però che ci sarà spazio per tutti». Guai però a volare troppo in alto. «Noi puntiamo comunque solo alla salvezza - conclude D’Aversa - Oggi dobbiamo solo pensare che ci mancano 33 punti al nostro traguardo stagionale».

Gioisce e non poco in casa Parma Gervinho. «Forse non è il mio gol più bello, ne ho fatti talmente tanti - scherza l'attaccante crociato - Sono felice di essere qui e di essere tornato in Italia. Sto bene a Parma, e sono stato accolto benissimo dai tifosi anche se non mi sento uomo squadra. C'è bisogno di tutti».
Scuro, scurissimo volto invece il tecnico del Cagliari che però non condanna la sua squadra. «Abbiamo preso gol in maniera troppo facile e forse abbiamo perso un pò le misure, le distanza - esordisce Maran - Non siamo riusciti a ritornare in partita anche se all’inizio avevamo noi il pallino del gioco».
«Noi abbiamo comunque provato a fare la partita - prosegue l'allenatore sardo - Abbiamo lavorato molto anche se non abbiamo trovato la finalizzazione giusta. In area di rigore ci siamo arrivati spesso, le occasioni ci sono state, purtroppo è mancato l'ultimo tocco. Il Parma è stato bravo a utilizzare i nostri errori. Comunque sia dei passi avanti ci sono stati».